la grande paura

Scritto da Giuli il 30 maggio 2009

Prima di tutto voglio chiedere scusa a tutti, lo so sono sparita per molto tempo… l ‘ultimo periodo della gravidanza non è stato bellissimo come del resto tutta la gravidanza, e da quando è nato non ho avuto più molto tempo…lo sappiamo tutti no?

lo sapevo che dovevo stare a dieta e a riposo per evitare problemi di ipertensione ma i miei suoceri il 31 gennaio festeggiavano 50 anni di matrimonio tra i preparativi per il rinfresco e il pranzo al ristorante ero distrutta mi ero affaticata molto e avevo mangiato un pochino di più, cosi la sera nel letto non riuscivo a trovare una posizione per riposare e avevo difficoltà a respirare ritmicamente. Verso mezzanotte cominciai ad avere mal di stomaco cosi controllai la pressione che era molto alta,  chiamai la mia ostetrica che mi consigliò di andare subito in ospedale.

Quando arrivai al s. camillo la pressione era 170/110 e sembrava voler salire ancora di più il monitoraggio era per fortuna perfetto. Mi ricoverarono. Io piangevo. Ero cosciente di essere quasi a 36 settimane e se fosse stato necessario un cesareo urgente i polmoni del mio piccolo erano già  pronti ma avevo tanta paura. Contollarono quasi continuamente il monitoraggio cardiotogografico e la mia pressione che piano piano cominciò a scendere. Dopo una settimana si era ristabilizzata e mi mandarono a casa. Presi accordi con il mio ginecologo e la mia ostetrica per far nascere il mio piccolo a trentotto settimane e non provare assolutamente ad andare oltre per evitare altri picchi ipertensivi che avrebbero reso necessario un cesario urgente. Passai le due settimane come in una campana di vetro quasi completamente al letto e senza quasi mangiare.





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Il diario di Giuli» e tag «».

Commenti

2 commenti a “la grande paura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2017 Bravi Bimbi