Bravi Bimbi > News bimbi > 13enne perseguitata dai bulli per il suo aspetto si toglie la vita

13enne perseguitata dai bulli per il suo aspetto si toglie la vita

Scritto da News Bimbi il 06 dicembre 2017

Rosalie Avila, una 13enne di Ycapia, nel sud della California, si è suicidata martedì scorso. I genitori l’hanno trovata impiccata nella sua camera e accanto al corpo c’era un biglietto in cui si scusava per essere “brutta e perdente”. È stata la scuola ad accorgersi che la ragazzina da mesi era vittima di bullismo, per questo motivo erano stati coinvolti anche i genitori e avevano avviato un percorso con gli psicoterapeuti.

In realtà le violenze e gli insulti andavano avanti da anni ed è tutto documentato dal suo diario segreto, dove Avila ha descritto per filo e per segno quello che è stata costretta a subire dai compagni di classe per via del suo aspetto fisico.

A ritrovare la ragazzina è stato il padre, che l’ha subito portata in ospedale, dove però è morta dopo alcuni giorni senza mai riprendere coscienza.

Ora i genitori sono divorati dal senso di colpa e si chiedono come sarebbe diventata la loro bambina. Bisogna fermare il bullismo, è assurdo e incredibile che una ragazzina di 13 anni o anche meno possa togliersi la vita perché ridicolizzata da altri coetanei stupidi e cattivi.





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «News bimbi» e tag «, ».

Commenti

2 commenti a “13enne perseguitata dai bulli per il suo aspetto si toglie la vita

  1. Generazioni di bambini senza stimoli , senza emozioni, senza soddisfazioni e senza obiettivi, l’unico interessamento l’aspetto fisico e i beni economici cioè il nulla. Mi vien solo da piangere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2017 Bravi Bimbi