Bravi Bimbi > News bimbi > “Basta torturare i bambini con i compiti a casa”, il post di una mamma

“Basta torturare i bambini con i compiti a casa”, il post di una mamma

Scritto da News Bimbi il 07 ottobre 2016

Il post su Facebook di una mamma milanese ha riacceso il dibattito sui compiti a casa. La donna, infatti, ha scritto per la figlia una giustificazione sul diario in cui, rivolgendosi alle maestre, diceva che Mariasole non aveva potuto studiare storia perché dopo 8 ore di scuola dalle 17 alle 19 aveva dedicato il suo tempo libero restante in attività ricreative e sportive.

Il post, come anticipato, ha scatenato la reazione del web. C’è chi si è subito schierato contro il messaggio considerato diseducativo e chi, invece, approva il gesto della mamma.

Personalmente ritengo che dopo tante ore sui banchi è il minimo che un bambino abbia anche il tempo di fare altro… senza considerare che le eventuali lacune personali difficilmente vengono recuperate a casa, anche perché i bambini che presentano lacune spesso provengono da famiglie che non sono in grado di aiutarli. Svariati studi confermano che non esiste un rapporto fra ore di studio a casa e apprendimento.

Del resto lo studio deve essere una parte della giornata di un bambino e non un impegno totalizzante. Le ore di scuola corrispondono al lavoro di un adulto… e troppo spesso gli insegnanti assegnano una quota devastante di compiti a casa. E voi, cosa ne pensate?





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «News bimbi» e tag «, ».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2018 Bravi Bimbi