Bravi Bimbi > News bimbi > I bambini bilingue per gioco

I bambini bilingue per gioco

Scritto da barbapapa il 09 novembre 2009

Il tuo bambino sa dire papà e mamma in inglese? No?
Allora aggiornati perchè sia Italia che all’estero stanno aumentando i genitori che insegnano ai figli una lingua straniera, spesso l’Inglese, fin dalla prima infanzia nell’ambito familiare.
Un trend nuovo che sicuramente avrà un impatto profondo sull’educazione linguistica dei bambini e quindi sulla società italiana.

Questo fenomeno ci fa vedere un’Italia colta e aperta al mondo, che investe nell’educazione dei propri figli trovando soluzioni innovative e creative.
In questo modo i genitori stanno superano sia le barriere strutturali (la scuola non riesce a far fronte al proprio compito educativo per quanto riguarda le lingue e icorsi di lingue ottengono pochi risultati con un’ora di lezione alla settimana) che quelle economiche (perchè  questo tipo di approccio si adatta a tutte le tasche, visto che sono i genitori stessi ad impegnarsi).

Non stiamo quindi parlando di carissimi nidi o scuole dell’infanzia bilingue ma di genitori che si procurano qualche libro o CD di buona qualità e che dedicano tempo ed energia aper creare un contesto sociale attorno alla seconda lingua, per esempio tramite gruppi di gioco in lingua. Il trucco è trasformare il tutto in gioco. E con i bambini che assimiliano come spugne è davvero facile.

Questo fenomeno, di cui si parla poco ma in forte espansione, ha di recente acquisito voce grazie ad un blog dedicato a tutte le forme di bilinguismo, Bilingue per Gioco – www.bilinguepergioco.com/blog.
La fondatrice di Bilingue Per Gioco, Letizia, è Italiana ma per circa 10 anni ha vissuto all’estero. Oggi vive in Italia col suo bambino che, a due anni, è perfettamente bilingue: “Crescere mio figlio bilingue è stata una scelta per me ovvia e naturale, ma abbastanza solitaria. Poi ho creato Bilingue Per Gioco e ho avuto modo di confrontarmi con tantissime famiglie, che hanno storie diverse ma domande molto simili”.

Bilingue Per Gioco offre ai genitori spunti di riflessione e l’opportunità di confrontarsi, aiutando ogni famiglia a trovare il metodo più adatto alle proprie esigenze.

Se vuoi approfondire, eccoti qualche spunto:





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «News bimbi» e tag «, ».

Commenti

2 commenti a “I bambini bilingue per gioco

  1. io ai miei figli canto in inglese. attualmente gli sto insegnando the wall dei pink floyd per farglielo cantare alle maestre quando andranno a scuola. va bene lo stesso?

  2. Alessandra,
    l’importante e’ che la seconda lingua sia associata a momenti di divertimento e condivisione, che sia qualcosa di bello che si fa insieme alle persone a cui si vuole bene.
    Se cantare the wall per voi e’ un’esperienza gioiosa perche’ no?

    Pero’ l’obiettivo non e’ tanto cantare la canzone di per se’ quanto usare la canzone per far capire ai bambini che esiste un’altra lingua, che gli oggetti hanno nomi diversi nelle diverse lingue etc. Altrimenti le parole rimangono dei suoni privi di significato.
    Quindi canta quanto puoi, cantare e’ veramente una cosa meravigliosa da fare con i bambini, ma se puoi introduci anche qualche libretto, o parla un po’ in Inglese con i tuoi bambini, a seconda di cosa ti senti di fare.
    Ciao,
    L.
    http://www.bilinguepergioco.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2017 Bravi Bimbi