Bravi Bimbi > Primi anni > 1-2 anni > Il bambino a 20 mesi

Il bambino a 20 mesi

Scritto da barbapapa il 20 dicembre 2008

DUE COSE CHE DOVRESTI SAPERE

1. Sta mettendo alla prova i tuoi confini. Puoi migliorare il suo comportamento e ridurre potenziali conflitti comunicando chiaramente le regole della famiglia e le conseguenze dovute al mancato rispetto delle stesse. Nonostante le proteste iniziali, lui ha bisogno di confini; gli forniscono un necessario senso di ordine e sicurezza. Quando si spinge fino al punto di rottura, rimani calma. Cerca di non reagire in modo eccessivo né accusarlo di essere cattivo. Concentra i tuoi commenti sul comportamento in sé e fai seguire le conseguenze che avevi stabilito. Imparerà a capire che quello che dici ha un valore. Continua a seguire questo schema anche quando cresce, aggiornando le regole e le conseguenze perché si adeguino al suo sviluppo. Scoprirai che non dovrai più gridare per essere ascoltata e che – la maggior parte delle volte – tuo figlio ti ascolterà.

2. E’ a suo agio in una routine prestabilita. Organizza le attività in modo che i pasti, i riposini e i giochi siano più o meno alla stessa ora ogni giorno. Inizia ogni mattina con un rituale di sveglia: salutatevi con un abbraccio o un bacio seguito dalla colazione e dall’igiene mattutina. Stabilisci dei rituali per i compiti quotidiani come vestirsi, lavarsi, pulire la casa, cenare e andare a letto. Per esempio, se va all’asilo, cerca ogni giorno di salutare l’insegnante e gli altri bambini, trovare un’attività, salutarlo e andartene. Se quando torni a prenderlo non vuole seguirti perché si sta divertendo, stabilisci una routine di saluti. Seguire lo stesso schema ogni giorno lo aiuterà a prevedere ciò che viene dopo. Si sentirà a suo agio in questo mondo strutturato e riuscirai a fare le cose senza troppe proteste.

LA SICUREZZA E LA SALUTE DEL TUO BAMBINO

Devi sapere cosa fare se dovesse ingerire un veleno. Per prima cosa, cerca di capire cosa potrebbe aver ingerito e chiama il centro di controllo veleni. E’ una buona idea tenere il numero di telefono sempre a portata di mano. Tieni con te la bottiglia mentre parli al telefono in modo da poter rispondere alle domande sui contenuti. Se è collassato o non respira, chiama un’ambulanza. Non somministrargli niente e non indurre il vomito a meno che non ti dicano di farlo. Tieni a portata una bottiglietta di sciroppo di ipecacuana per ogni bambino e sostituiscila prima della data di scadenza. Soprattutto, mantieni la calma. Non solo riuscirai a spiegare meglio la situazione al personale del pronto soccorso e a seguire le loro istruzioni, ma aiuterai anche tuo figlio a stare più calmo.

Controlla il livello di amianto in casa. E’ stato dimostrato che l’amianto provoca alcuni tipi di cancro se le sue fibre sono inalate dai polmoni. La commissione sulla sicurezza dei prodotti al consumo ha emesso una raccomandazione ai consumatori per aumentare il controllo sui prodotti presenti sul mercato che ancora contengono questa sostanza.

Proteggilo dalle punture d’insetto. Impara a conoscere gli insetti e i ragni pericolosi che si annidano nella tua casa. Stai attenta che alcuni insetti apparentemente innocui, come le zecche e le zanzare, possono essere molto pericolosi. Prendi precauzioni per proteggere tuo figlio:

  • Evita di stare all’aperto durante l’ora dei pasti delle zanzare: alba e tramonto.
  • Usa un repellente efficace.
  • Tieni lontani gli oggetti che raccolgono l’acqua piovana, le larve di zanzara si sviluppano nelle acque stagnanti.
  • Indossa indumenti appropriati (maniche lunghe, pantaloni lunghi e calzini) quando passeggiate nei boschi o nei prati con l’erba alta dove si annidano le zecche. Esamina a fondo ogni membro della famiglia ogni sera. Pettinagli i capelli con cura e guarda sotto i vestiti per eventuali clandestini.
  • Somministra agli animali che tieni in casa o fuori degli efficaci repellenti contro pulci e zecche, e ispezionali regolarmente per togliere eventuali insetti che potrebbero essersi attaccati nonostante i tuoi sforzi.
  • Se trovi una zecca attaccata a una persona o un animale, cerca di toglierla con cura: afferrala il più vicino alla pelle possibile con delle pinzette. Tira in modo delicato ma fermo, con movimento dritto e continuo fino a che la zecca non si stacca. Non schiacciarla. Metti l’insetto in un contenitore con dell’alcol o nello scarico del bagno.
  • Cerca i sintomi di un morso, l’eruzione cutanea, la febbre o il dolore alle giunture. Nel caso di anche uno di questi sintomi, consulta il medico immediatamente.

ATTIVITA’ DIVERTENTI DA FARE ASSIEME

Introducilo nel mondo della plastilina per vedere come se la cava nelle sculture. Gli piacerà la nuova consistenza e potrebbe sorprenderti con il suo talento artistico.

Fai un calco della sua mano. Fagli premere la mano nel gesso bagnato, rimuovila subito e lascia asciugare bene lo stampo. Poi potreste decorarlo con del colore. Aggiungete un nastrino ed ecco un ricordo da conservare per molti anni.

Crea giocattoli semplici. Ormai sta diventando grande per alcuni dei suoi giochi. Ecco alcuni modo per farlo felice senza dover correre al negozio di giocattoli:

  • Il tubo di cartone della carta igienica, avvolto nell’alluminio o nella carta oleata può diventare un megafono.
  • Il tubo può essere un telescopio. Sedetevi e guardate gli uccelli o le stelle.
  • Una cannuccia di plastica è perfetta per fare le bolle nella vasca. (Assicurati di controllare attentamente che non beva l’acqua della vasca.)

Ci sono molti giochi come questi in giro per la casa. Quando ti sembra che un oggetto possa essere divertente – e sicuro – sii creativa. Inventane un nuovo uso che possa deliziare il tuo cucciolo.

SEMPLICI MODI PER PRENDERTI CURA DI TE STESSA

Cerca di evitare di fare tutti i lavori domestici nel fine settimana. Fai dei piccoli passi per tutta la settimana per alleviare le frustrazioni del week end. Fatti aiutare da tutta la famiglia, lavorando tutti insieme sarete più efficaci.

  • Scrivi una lista delle cose da fare affidandole secondo l’età.
  • Mettete via le cose dopo averle usate. Terrà la casa in ordine, risparmiandoti un giorno di fatica a raccogliere tutto a fine settimana.
  • Cerca di fare una lavatrice alla volta durante la settimana.

Ricordati, due giorni di pulizia intensa si perdono subito nel trambusto di ogni giorno, ma il tempo che passi con la tua famiglia sarà la base per tutti i ricordi di una vita.
 





 

Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «1-2 anni» e tag «, , , , ».

Commenti

3 commenti a “Il bambino a 20 mesi

  1. ho una bambina di 20 mesi che non va all’asilo ma è molto vivace vorrei consigli per farla giocare in casa

  2. Mio figlio ha venti mesi da cinque sono separata . Ma quando vede il suo papà corre felice tra le sue braccia come se stessero sempre insieme . Sono felice di questo ma ho paura che mi vuole meno bene .

  3. @maria il tuo bambino non c’entra nulla con il rapporto tra te e il tuo ex compagno. Sicuramente tu covi e magari coverai per sempre del racore ma… cerca di fare la doppia faccia finchè puoi. Pensaci. Guarda quanto il tuo piccolino è felice e fallo per lui. Di questi tempi c’è sempre più bisogno d’amore…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2008 Bravi Bimbi   |   sito web: Studio LOST