Bravi Bimbi > Primi mesi > Quando e come eliminare la poppata notturna

Quando e come eliminare la poppata notturna

Scritto da barbamamma il 13 luglio 2017

bebè

Da che età si può eliminare la poppata notturna e in che modo?

Intorno ai 4-6 mesi il tuo bambino è pronto per mangiare esclusivamente di giorno.

Ci sono bambini che rinunciano spontaneamente alla poppata di notte, mentre altri dimostrano una certa resistenza, pur introducendo durante il giorno consistenti quantità di latte.

Se il piccolo continua a reclamare la poppata di notte dopo avere compiuto i 6 mesi, si può provare a fargli perdere questa abitudine ormai scorretta cominciando a sostituire il latte (materno o artificiale che sia) con mezzo bicchiere d’acqua. Se, però, a fronte della novità si dispera, bisogna accontentarlo offrendogli il latte, riprovando con il biberon d’acqua la notte successiva.

Dopo che per 5-6 notti di seguito accetta l’acqua di buon grado, quando si sveglia piangendo si può tentare di non porgergli nulla da inghiottire, limitandosi a tranquillizzarlo con voce o con il succhietto.

In genere, la mancata risposta alla sua aspettativa induce il piccolo a non svegliarsi più.

Di fatto, dopo i 6 mesi di vita, reclamare la poppata notturna è frutto di un’abitudine acquisita e non una reale necessità di cibo, visto che la quantità di latte assunta durante il giorno è più che sufficiente per coprire il fabbisogno.

  • E… per farlo dormire… hai mai provato il “magico” orsetto DooDoo?




Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Primi mesi» e tag «, ».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2017 Bravi Bimbi