Bravi Bimbi > In cucina: ricette > Tutorial per le scarpine di zucchero

Tutorial per le scarpine di zucchero

Scritto da Ospite Speciale il 12 febbraio 2011

scarpine di zuccheroRicetta, istruzioni, foto dell’insuperabile Eleonora! – Ecco a voi delle simpatiche e tenerissime baby converse fatte interamente in pasta di zucchero, perfette per essere posizionate su una torta per un battesimo, un primo compleanno o una tortina per augurare tanta fortuna a dei futuri genitori. La verità? Non sono neanche tanto complicate quanto sembra! Proverò a spiegarvi, con l’aiuto delle foto scattate durante l’assemblaggio, come ottenere delle scarpine dolcissime.

Anzitutto partiamo dalle basi: cosa ci serve?

- Pasta di zucchero

- Sagome ritagliate nel cartoncino

- Un mattarello

- Un taglierino affilato (o un coltellino NON seghettato)

- Uno stuzzicadenti

- Un attrezzo per simulare le “cuciture” (non è fondamentale, l’attrezzino è fotografato qua sotto)

- Coloranti alimentari (meglio quelli in gel tipo Decora, che troverete forse con difficoltà a prescindere da dove abitate.. in caso non li troviate potete utilizzare anche quelli liquidi, ma sempre attenti a scegliere colori tenui perché non verrà mai il rosso!)

- Un pennellino ad uso alimentare (non usate un pennellino usato precedentemente con tempera o altri materiali tossici)

Bene, procediamo!

Anzitutto ecco la ricetta per una buona pasta di zucchero:

- 500 gr zucchero velo

- 70 gr glucosio (o in alternativa miele d’acacia o millefiori)

- 20 gr burro a temperatura ambiente

- 30 gr di acqua

- 7 gr colla pesce (i famosi fogli di gelatina che trovate in qualsiasi supermercato)

- 5 ml essenza a piacere (di solito io uso l’arancia o la mandorla, non usate un aroma dolce come la vaniglia o sarà stomachevole!)

Questa ovviamente è una dose “massiccia”, ne verranno diverse di scarpine con questa dose per cui, volendo, potete dimezzarla tranquillamente (in realtà ve lo sconsiglio perché la pasta di zucchero si conserva per diversi mesi se chiusa bene nella pellicola e conservata in credenza, per cui potete utilizzarla per fare diversi esperimenti e impastarla nuovamente!). La preparazione è semplice: prendete una ciotola capiente e setacciatevi dentro tutto lo zucchero a velo. In un pentolino mettete l’acqua (mi raccomando, le dosi devono essere il più precise possibile!) e la gelatina e lasciate ammorbidire una decina di minuti. Una volta ammorbidita mettete il pentolino sul fuoco a bagno maria (cioè dentro ad un altro pentolino con dentro acqua) e non alzate troppo la fiamma (il composto non deve MAI arrivare a bollire, altrimenti è tutto da buttare!), continuate a mescolare finché la gelatina non si è sciolta del tutto. A questo punto aggiungete il glucosio (o miele) e il burro e continuate a mescolare fino ad ottenere un composto liscio come fosse acqua. Appena raggiunta questa consistenza, togliete il pentolino dal bagno maria e versate tutto nello zucchero, insieme all’essenza scelta. Cominciate a mescolare con l’aiuto di un cucchiaio, poi continuate a mano finché non ottenete una palla liscia e abbastanza morbida (se dovesse essere ancora secca, aggiungete uno o due cucchiai di acqua ancora, ma attenti a non ammorbidirla troppo!). A questo punto avvolgete la palla con la pellicola e mettetela in credenza a riposare un paio d’ore. A questo punto sarà pronta da usare! E non preoccupatevi se risulta un po’ duretta, lavoratela con le mani e si ammorbidirà (o, se si è seccata molto, mettetela una decina di secondi nel microonde e tornerà morbida da impastare!).

A questo punto possiamo cominciare!

La seconda cosa necessaria è lo schema:

schema scarpine di zucchero

Ritagliate queste forme una ad una su di un cartoncino, saranno la base su cui lavorare, proprio come fossimo delle sarte!

Ora non dobbiamo fare altro che colorare la nostra pasta di zucchero (non tutta, solo una metà) con un bel colore pastello (rosa per le femminucce e azzurro per i maschietti è il classico, potete anche scegliere un altro colore ma sempre tenue e pastello, mi raccomando!) e cominciare!

istruzioni-scarpineStendiamo la pasta colorata (su una tovaglietta o su un foglio di carta forno, in modo da non far attaccare troppo il composto), spolverizziamo di zucchero a velo il mattarello e otteniamo una sfoglia di circa 4-5 mm.

Posizioniamo la sagoma della figura e ritagliamola due volte, una per ogni lato, con l’aiuto del nostro taglierino.

Con l’aiuto di uno stuzzicadenti creiamo i fori per le stringhe, e con l’attrezzino che vedete nella figura possiamo dare questo effetto “cucitura” davvero grazioso. Se non lo avete, niente paura! Con un po’ di pazienza potete ottenerlo anche con lo stuzzicadenti.
Ora tagliamo la sagoma della figura e mettiamola da parte.

Prendiamo invece la pasta bianca e, sempre stendendola ad uno spessore di circa 5 mm, otteniamo la suola.

E’ arrivato il momento di assemblare la nostra scarpina! Prendiamo la suola, con il pennellino inumidiamo bene la superficie con l’acqua (non deve essere zuppo, solo inumidito per fungere da collante) e con attenzione posizioniamo una alla volta le due sagome realizzate in precedenza, facendo attenzione a seguire bene la forma della suola e ad unire bene le due parti dietro (come da figura).

A questo punto ritagliamo la fascetta numero 6 dalla pasta colorata e creiamo lo stesso effetto cucitura come nel disegno dello schema.

Pieghiamo leggermente la punta e posizioniamolo all’attaccatura delle due sagome (sempre bagnando prima col pennellino la zona). Facciamo aderire bene.
A questo punto riprendiamo la sagoma n.3 realizzata in principio, e cominciamo a posizionarla. Inumidiamo la suola anche davanti (se non l’abbiamo già fatto prima) e posizioniamo la linguetta facendo attenzione a metterla ben dritta sul davanti, facendo aderire solo i due bordi e cercando di mantenere alzata la parte superiore creando poi l’effetto in figura (se dovesse “crollare” potete mettere qualcosa, come una palla di pellicola trasparente, dentro alla scarpina finché non è asciutta e ben formata).

Ora tagliamo la figura n. 4 dalla pasta bianca e facciamola aderire bene alla punta della scarpa, lavorando bene col pennellino inumidito (non zuppo) per farla aderire bene anche sotto, come da figura.

Utilizzate ora la fascetta n. 9 per coprire la punta (create sempre l’effetto cucitura esattamente come da schema).

Fate lo stesso con la fascetta n. 11 che andrà invece su tutto il retro della scarpina (attenzione a far combaciare bene i bordi con l’altra fascetta messa in precedenza!)

Ora non resta che creare i dettagli: tagliamo il cerchietto n. 10 e, con l’aiuto dello stuzzicadenti, disegniamo la tipica stellina della nota marca.

Posizioniamolo sulla scarpetta.

Ora non resta che tagliare delle striscioline di pasta bianca ed infilarle nei forellini per ottenere le stringhe.

orsetto scarpine

Ed ecco la nostra scarpina con dentro un simpatico orsetto!

Per qualsiasi domanda o problema, resto a disposizione!

Mi scuso con il povero barbapapà che ormai da dicembre attendeva questa “ricetta” :D purtroppo vari impegni mi hanno impedito di mettermi prima a realizzare questo piccolo tutorial, che spero sarà di aiuto a molte di voi!

Eleonora





 

Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «In cucina: ricette» e tag «, ».

Commenti

35 commenti a “Tutorial per le scarpine di zucchero

  1. Sì ecco tra gli ingredienti avrei dovuto aggiungere: PAZIENZA :D
    Però con un po’ di buona volontà ci si riesce! ;)

  2. Ciao, per caso avresti un tutorial simile con le scarpine classiche da neonato? Vorrei farle in pdz per la torta di nascita della mia bimba e non so da che parte cominciare, mai fatta ancora la pasta di zucchero e ancora meno ho nozioni di modelli di taglio e di cucito quindi non so farmeli da sola

  3. Quelle a calzina sono banali, nel senso che devi modellare una pallina di pasta di zucchero a forma di piede e attaccarci sopra una striscia in alto, poi aggiungere i dettagli. Se ho tempo provo a fare quelle della tua foto documentando con foto e ti faccio sapere :D per quando le devi fare tu?

  4. sono proprio soddisfatta!!!…ho le mie scarpette che mi guardano e tutto questo grazie a questo tutoria spiegato benissimissimo….grazie ancora.
    Io ho utilizzato la pdz con 30 gr di acqua 16 gr di burro due fogli e mezzo di gelatina (pan degli angeli) e quattro buste e mezzo di zucchero a velo e 50 gr di miele.

  5. innanzitutto complimenti,sono fantastiche queste scarpette!!!
    vorrei porti una domanda però,potrei sapere quanto misurano i cartoncini? ad occhio non so proprio orientarmi…
    grazie in anticipo per la risposta

  6. Grazie lucia! La misura è standard, se stampi le figure senza modificarne la grandezza ti verrà la misura giusta.

  7. e bellissima ma come faccio a conservarle ne sevo fare 35 come le conservo dal venerdi alla domenica grazie sei stata meravigliosa

  8. ok grazie ma se io faccio le scarpette x la torta sai ne devo fare 35 ok mi hanno detto che si afrosciano non restano rigide come vedo la tua scusa ce una maniera x tenerle belle almeno un paio di giorni x sono tante scusami se ti disturbo ma per me e molto inportante questo evento e vorrei fare bella figura

  9. Questo dipende dalla pasta di zucchero che usi :) Se non hai dimestichezza, ti consiglio di comprare una pasta già pronta (ti consiglio la marca Funcakes) cercando nei siti di decorazione online, così non rischi. La pasta fatta in casa è ottima ma devi avere esperienza per non incorrere in disastri di crolli e varie.. :)

  10. ciao grazie x i consigli ora mi e rimasta un po di pasta di zucchero ma la vorrei fare da azzura a marrone come faccio e che colori devo comperare

  11. a scusa o fatto le scarpine 35 sono uscite meravigliosamente belle grazie hai tuoi consigli sei meravigliosa grazie di esistere

  12. @ Luana: temo che la pasta azzurra la dovrai tenere, è dura farla diventare di un bel marrone.. puoi provare ma rischi di rovinarla! Dovresti usare rosso, giallo e nero per fare un marrone, con l’azzurro non è semplice.. ti consiglierei di usare l’azzurro per qualcos’altro, altre scarpine o altre decorazioni.. tanto si conserva molti mesi, puoi tenerla così! Mi fa piacere ti siano venute bene!
    @ Silvia: Ciao, per stampare lo schema dovresti salvare l’immagine, ma credo che barbapapà abbia tolto la possibilità di salvare le immagini.. guarda qui sulla mia pagina di FB, trovi la stessa spiegazione e lo schema da salvare: http://www.facebook.com/notes/follie-di-zucchero/tutorial-baby-converse-in-pdz-pasta-di-zucchero-o-mmf-marshmallowfondant/224220214279111

  13. ciao Eleonora mi chiamo Rosanna volevo farti i complimenti per le scarpine in pdz.sai io son capace a decorare le torte ma con la pdz non l’ho mai fatte,e ho deciso di fare per la nascita del mio nipotine queste belle scarpette. loscherma l’ho disegnato io ha mano volevo solo chiederti se le scarpette ,visto che da cremona li devo portare a reggio emilia si fanno qualcosa.evisto che e la prima volta che decoro la pdz posso trovare dificolta nel fare le scarpette?guardandole e visto che ho fatto a mano il disegno mi sembrano un po facili tu che mi dici?scusa dimenticavo di dirti che le scarpette le devo preparare x maggiograzie e aspetto tua risposta complimenti ancora

  14. Ciao Rosanna! Le scarpine si conservano benissimo e a lungo! Se è la tua prima volta con la pdz, ti consiglio di comprarla pronta e di aggiungere un additivo rinforzante chiamato CMC o GOMMA ADRAGANTE, in alternativa puoi acquistare direttamente la pasta di gomma, ovvero pasta di zucchero con un’aggiunta che la rende molto più elastica e dura quando si asciuga.
    Buon lavoro!

  15. bellissimo tutorial…queste scarpine sono davvero deliziose!!!
    volevo salvare sul pc disegno delle sagome ma non riesco..cliccando sul destro del mouse nn si apre tipico menu a tendina..
    cm faccio a stampare le sagome?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2011 Bravi Bimbi   |   sito web: Studio LOST