cantavo alla barbabimba una canzone di Ligabue (“Certe notti“) personalizzandola e adottando, con lei in braccio, una camminata canguriana.

C’è chi invece ha più fantasia.

Come questo papà che, in quattro e quattr’otto, ha trovato il modo di cullare in automatico il proprio figlio.

A lui dedichiamo un sorriso 🙂

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=SjKZMRCFrRY[/youtube]