Siamo appena tornati da una settimana al mare in quel di Tarifa, in Spagna, proprio sullo stretto di Gibilterra, laddove soffia sempre vento e dove l’Africa sembra essere raggiungibile a nuoto tanto la vedi vicina.

Siamo già stati a Tarifa altre 2 volte e ormai la conosciamo abbastanza bene. Quest’anno la barbamamma ha calato l’asso pigliatutto: andiamo in bungalow in campeggio. E siamo stati fortunatissimi, sistemazione ottima, a due passi dal mare, con piscina e con tutti i confort del caso.

Al solito siamo atterrati a Malaga, noleggiato l’auto e in 1,5 ore arrivati a destinazione.

Tarifa è ancora selvaggia anche se già a distanza di uno o due anni si sta “popolando” un po’ troppo. E’ tra le mete preferite dei kiters e nei giorni dove il vento va bene un po’ per tutti in mare sembra di essere in colonna in autostrada a ferragosto: centinaia di vele che sfrecciano a destra e sinistra. Anche per questo motivo non credo che ci ritorneremo presto comunque… ci siamo divertiti.

I ritmi spagnoli medi sono: nessuno in spiaggia prima delle 12/13. Il che vuol dire, sveglia alle 11 del mattino, pranzo verso le 16, cena verso le 23/24. E a questi ritmi ci siamo abituati fin dal primo giorno. Senza sveglie nè orologi ci alzavamo a fatica per le 11, sbadigliando facevamo colazione con latte e corn flakes nel nostro bungalow, alle 12 apriva la piscina dove stazionavamo per un’oretta e poi… al mare che papà doveva fare kite (obbligatoriamente, me l’ha prescritto il dottore).

Attenzione però perchè non si può stare sempre in spiaggia perchè quando il vento tira a 30/40 nodi, la sabbia si alza e scartavetra tutto quello che incontra. Quindi chi non è in mare… è riparato nei chiringuiti che sono normalmente a un centinaio di metri più all’interno.

Nell’unico giorno di “non” vento siamo andati in un centro vicino alla città di Marbella dove si poteva saltare una distesa infinita di reti elastiche: la piccola ha sudato così tanto che alla fine non la smetteva più di gocciolare e stava per impazzire 🙂
Seguiranno nei prossimi giorni i relativi video.

Consiglieremmo Tarifa? Sì se siete amanti del kitesurf. Altrimenti… no, alla larga perchè avrete poco da fare.

Di seguito 4 foto fatte con il cellure per ricordarci dei bei momenti e di come… passino in fretta!

Questo video invece è una giornata tipo a Tarifa, sintetizzato via Snapchat (anche tu usi Snapchat vero? come no! :-D)