Sul Kamut se ne sentono tante, dalle sue origini antiche (viene chiamato anche “grano del faraone”) alle sue proprietà nutrizionali, fino ad alcuni che lo classificano come cereale adatto per celiaci, compiendo un grave errore.

Il kamut è in realtà una varietà di grano chiamata Khorasan, e il termine kamut può essere utilizzato solo  quando questo tipo di grano viene coltivato in una determinata zona degli Stati Uniti e del Canada.

Se si confrontano i valori nutrizionali del Khorasan e del grano duro in chicchi per esempio, si nota lo stesso contenuto di carboidrati e di proteine; esiste solamente una lieve differenza nel profilo aminoacidico.

Erroneamente la pasta e i prodotti da forno realizzati con farina kamut vengono percepiti come più salutari dei prodotti realizzati con farine di frumento; in realtà la farina di kamut viene raffinata con lo stesso procedimento utilizzato per le altre farine, quindi soltanto la versione integrale rappresenta concretamente la scelta migliore.