L’esercizio fisico in Cina è una cosa piuttosto seria, forse anche troppo… una società immobiliare cinese, infatti, è stata accusata di adottare un approccio coercitivo per spingere i suoi dipendenti a fare moto. I lavoratori che non raggiungono l’obiettivo dei 6mila passi al giorno, infatti, vengono multati. Il problema è che per alcune persone l’obiettivo è oggettivamente difficile da raggiungere, come denuncia una dipendente che lavora nell’ufficio risorse umane e passa tutta la giornata seduta alla scrivania. Mentre il resto del tempo lo trascorre sui mezzi pubblici per andare e tornare dal lavoro.