Bravi Bimbi > Curiosità > Che cos’è l’ittero neonatale

Che cos’è l’ittero neonatale

Scritto da barbapapa il 30 Dicembre 2007

Se il neonato esibisce una magnifica abbronzatura, come se fosse appena tornato dal mare, significa che ha l’ittero.

Il continuo processo di rinnovamento e la conseguente degradazione alla quale sono soggetti i globuli rossi del sangue, producono un pigmento dal caratteristico colore giallo, detto bilirubina, eliminato mediante le vie biliari. A volte il fegato è incapace di smaltire abbastanza rapidamente la quantità di bilirubina prodotta, che si accumula quindi nel sangue conferendo alla pelle una colorazione giallastra. I livelli di bilirubina raggiungono il picco massimo tra il terzo e il quinto giorno, per poi calare.

Quasi la metà dei neonati sviluppano l’ittero. Nella maggior parte dei casi si tratta di una forma innocua e si parla allora di ittero fisiologico. L’ittero appare in genere dopo il secondo giorno di vita e scompare nel giro di una settimana. Nei prematuri tende ad essere più evidente intorno al quinto o seso giorno e dura più a lungo, spesso dieci o più giorni. Un bambino con l’ittero ha bisogno della luce del sole e di pasti frequenti. Se ne avete la possibilità e la stagione lo permette, mettetelo vicino alla finestra, cercando di esporre il suo corpicino alla luce del sole. Il neonato itterico di solito dorme molto e non si sveglia da solo per i pasti. Per eliminare la bilirubina ha però bisogno di molti liquidi, per cui dovrete svegliarlo spesso per nutrirlo, anche ogni due ore. Se il tasso di bilirubina è alto, il pediatra sotopporrà il bambino alla fototerapia per abbassarne il livello. Questo trattamento, per mezzo della luce, provoca la trasformazione fotochimica della bilirubina in sostanze che sono eliminate con l’urina.

Alla nostra Rebecca, mentre eravamo ancora in ospedale, è stato praticato un trattamento di fototerapia per una notte intera al terzo giorno di vita. Dopodichè i valori sono tornati a scendere normalmente.

Talvolta e raramente, il bambino sviluppa, a causa di una incompatibilità tra i gruppi sanguigni della madre e del figlio,  un ittero diverso, detto emolitico.
L’ittero emolitico può danneggiare il sistema nervoso e le cellule cerebrali del bambino. L’ittero può essere anche associato a un’infezione, a un disordine metabolico come un basso tasso di zucchero nel sanghe, o persino a farmaci somministrati alla madre durante la gravidanza.





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Curiosità» e tag «, , ».

Commenti

19 commenti a “Che cos’è l’ittero neonatale

  1. mio figlio ha preso l’ittero fisio sto talmente scocciato perche li voglio portare a casa

  2. Ciao Nicola, è successo anche a noi. In forma lieve, ma anche la nostra bambina, alla nascita, aveva l’ittero. Dal momento che era nata un po’ prima della scadenza, l’hanno, di base, tenuta comunque qualche giorno in più in ospedale, duranti i quali le hanno fatto le lampade per farle passare l’ittero oltre che altri controlli.

    Se è tutto ok e non ci sono altri motivi, vedrai che in un paio di giorni riavrai tutti a casa.

    Nel mentre se sei a casa da solo… approfittante!Gli ultimi giorni di bagordi! 🙂

  3. Salve ,anche il mio Patrizio appena nato , da poco piu’ di 2 giorni gli hanno diagnosticato l ‘ittero fisiologico , abbastanza elevato , per adesso è stabile a 15 mg/l , ho sentito tanti pareri , prima dal Pediatra di turno,poi da diverse ostetriche , ma la supposizione/opinione che mi ha lasciato piu’ di stucco è stata un esperienza raccontatami di recente : mi hanno detto persone che hanno fatto il parto naturale a casa con un ostetrica omeopata che quest’ultima afferma che l’ ittero fisiologico la maggior parte delle volte è causato dall ‘eccessiva fretta che le ostretriche hanno a tagliare il cordone ombelicale provocando successivamente l’ittero , cosa che invece andrebbe fatta con molta tranquillità e lentezza ( all’ incirca 1 ora) per non provocarlo ….
    Insomma se ne sentono tante e a volte chi lo dice o lo fà in buona fede o perchè vuole marcare la sua decisione rispetto agli altri …
    Non so che pensare , anzi sono sempre piu’ confuso e sfiduciato , ma non solo negli ospedali ma di tutto il genere umano….
    Quello che è dovrebbe essere un momento fantastico a volte porta con se delle ombre scure e dubbi che non si tolgono facilmente dalla mente di un genitore !!!!

  4. Ma Eugenio! Non ti preoccupare! Se tua moglie ha partorito in ospedale, avrai visto tantissimi bambini che hanno l’ittero. E’ davvero molto comune e oggigiorno si cura molto facilmente cone le lampade in ospedale. A volte basta una esposizione per qualche giorno a volte qualcosina di più ma se l’ittero è l’unico “problema” del tuo bimbo, stai tranquillo che a breve lo avrai sanissimo tra le tue braccia. E quando lo porterai a casa e vedrai quando sarà vivace durante le tue notti insonni… ti ricorderai delle mie parole e capirai che i problemi non sono finiti! 😀

  5. Grande—–
    oggi hanno fatto uscire Patrizio con qulache giono di anticipo , non ci speravamo proprio , e stata una gioia inaspettata…..
    Sta molto meglio , l’ittero sembra passato , comunque fra 3 giorni ha un nuovo controllo … Ma è tutto OK !!!!
    Grazie barbapapa …. Aspetteroì le notti insonni con grande felicità !!!!
    Grazie ancora….

  6. Grande Patrizio! Bhè tanto con qualche lampada passa tutto, anzi, entro una decina di giorni passa spontaneamente. Con questi piccoli frugoletti bisogna avere pazienza!

  7. Buongiorno a tutti, mi chiamo Gianfranco e sono un neo papà. Mi sono imbattuto in questo sito perchè dopo che è nato il piccolo (24 marzo), gli hanno riscontrato l’ittero per incompatibilità di sanue con la mamma e l’hanno messo in una incubatrice con la lampada. Allora subito a ricercare su internet e, a dire il vero, sono molto spaventato da quello che si legge.
    Stamane la pediatra ha detto che è aumentato di 50 grammi e che i valori sono leggermente scesi, ma fin quando non torneranno a casa non riesco a stare calmo. Qualcuno sa darmi notizie in merito.
    Ringrazio anticipatamente.

  8. Ciao Gianfranco, se ti sei documentato in giro avrai visto che l’ittero è comunissimo e, tendenzialmente, non c’è da preoccuparsi. Anche la nostra piccola Rebecca ha fatto qualche giorno in più in ospedale appena nata sia per l’ittero sia perchè, essendo nata prematura, aveva ancora poco peso. Non è piacevole ma prova a stare sereno, l’avventura è iniziata e questi “disguidi” fanno parte del gioco 🙂

  9. Buonasera a tutti. Stamane i valori erano stabili a 11. oggi alle 6, dopo le analisi, è salito a 12. Hanno detto che comunque domani lo dimettono e lunedì di nuovo a controllo. ma la mia paura è che c’è di mezzo sabato e domenica. e se sale molto come facciamo a capirlo?
    Scusate ma sono molto preoccupato

  10. mi binbo e apena nato 25 di marzo lo an trovato il ittero perche il mio sangue e negativo i di lui e positivo comunque mio bimbo e a casa adesso vorrei sapere quanto rischiosso e questa malatia grazia perche sono spaventada

  11. ciao caroll, non è una malattia grave. Normalmente si risolve nell’arco di qualche settimana. Se l’hanno dimesso dall’ospedale vuol dire che va tutto bene. Portalo al sole più che puoi e, ovviamente, senti il tuo pediatra.

  12. ciao a tutti il mio bambino nato il 18/05/2009 oltre ad avere l’ittero è nato con una clavicola rotta colpa dell’ostetrica? sicuramente sì, così mi è stato detto, la cosa può succedere, ma sapeste quanto a me da fastidio, vorrei contracambiare l’ostetrica per il regalo fattomi

  13. Ciao Alvaro, perdonami se ho sorriso quando hai scritto: “vorrei contraccambiare l’ostetrica per il regalo fattomi” 🙂
    Il tuo bimbo era magari un po’ più “grosso” della media? A volte infatti può succedere e normalmente questo è uno dei motivi. Per l’ittero vai tranquillo, passa in qualche giorno. Dai che ora inizia l’avventura vera! Parola di papà!

  14. Ciao atutti, sono spaventtatissima sono passati ormai già due giorni dalla mia uscita in ospedale e la mia bambina è ancora in ospedale per ittero di incompattibilità di sangue con la mamma vorrei sapere +/ – i tempi non sopporto di vederla sotto la lampada con gli occhiali, la voglio portare a casa con me aiutatemi

  15. Ciao Barbara, non ti allarmare. E’ successo anche noi. I tempi però te li possono comunicare solo in ospedale in relazione allo stato della tua bambina che comunque è certamente in buone mani. Immaginala sulla spiaggia che si sta rilassando sotto il sole e si gode un po’ di tranquillità. E’ dura ma vedrai che al massimo in un paio di giorni ancora sarà fuori!

  16. mia nipote è nata 10 giorni fa. I primi giorni era tutto a posto poi ha avuto l’ittero e ancora non sanno come mai non scende nella norma. le hanno fatto anche le trasfusioni di sangue ma non scende cosa devo fare mi sapete dire un dot bravo x questi casi grazie

  17. Ciao Laura, la situazione che ci racconti è molto particolare. Siete già tornati nella struttura ospedaliera che ha fatto nascere tua nipote?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi