già cominciavo ad immaginarmi la mia vita con un cucciolo fra le braccia. Nonostante questi pensieri che mi passavano nella mente e il ritardo, non credevo che potesse esserre già accaduto un miracolo come questo.

Quando abbiamo fatto il test dalla farmacia la realtà mi è piombata addosso e così sono iniziate ad invadere la mente le più svariate paure, mi facevo mille domande, non mi sentivo pronta ad affrontare tutto questo. Mi chiedevo se sarei riuscita a dargli tutto quello di cui aveva bisogno, se ero in grado di essere una buona mamma, che cosa mai potevo offrirgi io… Nel frattempo abbiamo avuto la conferma che il mio piccolino cresceva dentro di me.

Abbiamo iniziato a fare i primi esami, la prima visita e i pensieri negativi pian piano diminuivano mio marito era sempre vicino lui è stato fantastico a farmi credere in me a scacciar via tutte le paure.

Il 24 ottobre abbiamo fatto la prima ecografia e il mio piccolo era lì si muoveva ed è stata un’emozione grandissima, mio marito era super felice  faceva domande in continuazione e il dottore scerzando gli dice: -ha gli occhi azzurri, i capelli castani… era 2.7 cm i più importanti della mia vita.

I giorni passavano ed io non facevo altro che pensare a lui.

Il 31 ottobre ho cominciato a scrivere il diario a mio figlio, penso sarà felice di leggerlo e molto probabilmente qundo sarà grande non potrò ricordare tutte le emozioni che provo adesso ed io non voglio dimenticarle.

La notte tra il 12 e il 13 novembre ho avuto delle piccole macchie… panico totale poi mancavano poche ore all’ecografia ed era notte fonda quindi anche andando in ospedale non penso avrebbero potuto fare nulla e in quel momento mi sono resa conto più che mai che non potevo più fare a meno di lui. 

Il 13 Novembre  abbiamo fatto la seconda ecografia e mentre aspettavamo appena è arrivato il dottore ho fatto delle domande e lui mi ha detto di sedermi e stare tranquilla che di lì a poco avremmo visto il nostro cucciolo. I minuti erano interminabili e mio marito era sempre lì vicino a me che mi incoraggiava ma io vedevo nei suoi occhi la stessa paura che avevo io. Avevamo una paura immensa di poterlo perdere, no, non potevamo fare a meno di lui. Finalmente il dottore ci chiama mi stendo sul lettino e appena poggia la sonda dell’ecografia sulla mia pancia lo vediamo- che gioia immensa ero così felice- si muoveva ed anche tanto muoveva le gambine e le manine, ha anche avvicinato il police alla bocca, non riuscivo a crederci, quell’esserino era dentro di me. Lui è la prova inconfutabile del nosto amore, dell’amore che ci unisce ora più che mai. Era cresciuto in poco più di 2 settimane la lunghezza vertice-sacro era 6.51 cm e la traslucenza nucale 0.12 cm ed il suo cuoricino batteva. Il dottore mi ha detto che dovevo stare a riposo e se le perdite continuavano tornare in ospedale ma che dall’ecografia andava tutto bene.

Per fortuna le perdite sono cessate il giorno stesso e il mio piccolino già dal giorno dopo cominciava a farsi sentire ed anche quella è stata un’ emozione intensa all’inizio pensavo fosse una mia impressione ma poi lo ha sentito anche mio marito e mia sorella quindi non era una mia invenzione lui si muoveva ed anche tanto.

Ho fatto altre visite ed esami il dottore dice che va tutto bene ma potrò vederlo solo la settimana prossima. Continua a muoversi in continuazione è fantastico chissa come sarà cresciuto.

Ora vado vi terrò aggiornati di lui potrei parlare all’infinito ma forse è meglio fermarmi qui.