il nido trovandosi in pediatria, l’ingresso era permesso solo dai 12 anni in sù…

Poi io personalmente ho dovuto fare i conti con gli effetti collaterali dell’anestesia spinale, che mi ha lasciato un bel souvenir: una delle emicranie più dolorose che abbia mai provato, talmente forte da non riuscire ad alzarmi dal letto… oggi grazie a Dio sto molto meglio, mi hanno detto infatti che devo avere pazienza e che ci vorrà un pò di tempo prima che riuscirò a smaltire del tutto l’anestia … questo impedimento, però, mi ha fatto capire quanto sia stata scarza l’assistenza che mi è stata data in ospedale, dove non permettevano ai tuoi cari di starti vicino e nello stesso tempo il personale, preso da altro, ti si (letteralmente) dimenticava … sia x l’aiuto con l’allattamento e sia x aiuti a livello umano… due esempi: stando immobile sul letto a causa del cesario,mi lasciavano a fianco il bambino x l’allattamento e dovevo cavarmela da sola (aghi e flebbo incluse) … e non è tutto la prima volta che hanno tentato di farmi alzare ho chiesto se x favore potessero prendermi le pantofole ancora nella valigia, visto che fino ad allora stando al letto non erano state tirate fuori e l’infermiera tutta scocciata mi ha risposto guarda cosa ci tocca fare a noi infermiere … non voglio essere polemica perchè ringrazio Dio che sia andato tutto bene e che Giovanni sia un bambino sano e bello, però una donna in quei giorni si trova a vivere un momento molto particolare e trovarti vicino persone così negative ti mette a dura prova dando un colore diverso poi a tutta la giornata vissuta cmq in un ospedale…

Vi garantisco, però, che l’emozione forte che ho vissuto quando ho sentito Giovanni piangere e quando poi me lo hanno avvicinato al viso è sempre forte come la prima volta, a questo genere di cose non ci si abitua è fortissima si è
un’emozione talmente forte che sembra possa scoppiarti il cuore da un momento all’altro …

E un’altra forte emozione è stato il momento in cui li ho visti tutti e tre insieme … e mi sono detta ora sono madre di tre figli… e per essere più pratici Gianni mio marito ha detto che la casa comincia ad esserci un pò stretta!!!

A presto Liliana