abbiamo messo in cantiere il secondo figlio quando Giulia aveva quasi  4 anni compiuti.

Sono rimasta incinta il primo mese che abbiamo deciso di provarci….con nostra immensa gioia…..io ho continuato a lavorare perchè non avevo particolari disturbi, ma la mia ginecologa vista la torrida estate del 2003 mi disse che era rischioso farmi 80Km al giorno + le mie 8 ore lavorative + lo stress del traffico del Grande Raccordo Anulare di Roma con quel caldo torrido, naturalmente io non la ho ascoltata perchè le dicevo di stare bene e poi non volevo passare per quella che non appena rimane incinta molla tutto….stavo bene!!! Invece un sabato mentre sbrigavo le faccende come al solito mille cose da fare!!!! Stavo stirando….sento una strana sensazione, come se mi fosse tornato il ciclo, corro in bagno ed infatti era proprio così non appena vidi quel sangue vivo scoppiai a piangere, corsi fuori da mio marito dicendo è tutta colpa mia…se succede qualcosa ora è tutta colpa mia ….mio marito con calma …ha cercato di capire cosa stesse succedendo….in un attimo abbiamo lasciato Giulia dai nonni e ci siamo precipitati dalla mia ginecologa…..purtroppo come pensavo c’era stato un piccolo distaccamento della placenta, riposo assoluto …..e punture per far rimarginare quel piccolo distaccamento….per fortuna nell’arco di 1 mese tutto è tornato apposto ma a lavoro non sono tornata…..non è che volessi fare la grande donna è soltanto che stando bene mi senbrava di approfittare della situazione a stare da subito a casa…..

Comunque, poi la gravidanza è andata eccezionalmente bene ….pensate l’ultima ecografia l’ho fatta il 15 gennaio 2004 esattamente lo stesso giorno 4 anni prima stavo in ospedale a cercare di vivere, perchè l’incidente l’ho avuto il 15 gennaio 2000, invece 4 anni dopo stavo vedendo io la vita dentro me attraverso un monitor ….Leonardo in quel momento era il mio piccolo MIRACOLO!!!!! Non smetterò mai di ringraziare Dio per tutto questo……

Leonardo è nato con parto cesareo il 05 febbraio 2004, il parto cesareo era programmato, l’ho voluto io ….nonostante i medici mi dicessero che potevo affrontare un parto naturale, dentro di me c’era la paura che qualcosa potesse andare storto, pensavo che con un grande sforzo quello che era stato "aggiustato" nella mia testa potesse rompersi di nuovo, quindi sicura di volere un cesareo, infatti è andato tutto bene, talmente ero preparata mentalmente a quel parto che non ho sofferto per niente, Leo quando è nato pesava 4.260 per 54 cm di altezza pensate al parto naturale!!!!!!

La cosa buffa è che fino ad allora ero abituata a fare la mamma in un certo modo, cioè Giulia è una bambina tranquillissima, non mi ha dato mai da fare più di tanto, poi invece è arrivato Leo la peste!!!!!! Che mi ha fatto capire che fare la mamma è un mestiere sempre in evoluzione!!!!!!!! non ha mai dormito fino a 13 mesi a causa del reflusso gastroesofageo poi in seguito ancora oggi si sveglia 3-4 volte a notte per i motivi più disparati….nel frattempo ho deciso di mollare definitivamente il lavoro…..perchè per me fare la mamma ora è la cosa che mi da più gioia e con un lavoro a tempo pieno non riuscivo a fare bene ne una cosa ne l’altra, pensavo alla sicurezza economica ma poi insieme a mio marito abbiamo capito che forse è meglio qualche sacrificio in più piuttosto che una mamma robot sempre dipendente dall’orologio senza la possibilità di potersi lasciare andare ….. I miei figli ci hanno guadagnato molto, ma diciamo tutta la famiglia in serenità e pace …..ringrazio Dio dim aver potuto scegliere , perchè so di tante mamme che non possono farlo…. so quello che vivono ogni giorno …..e per questo le ammiro.

Bè…ora che i miei bambini sono autonomi..ed indipendenti, nel senso che entrambi vanno a scuola, io non è che penso a tornare ad esserte  una donna in carriera…..macchè…..mi piacerebbe avere un altro figlio ….chissà…..mai dire mai….Leonardo ci ha messo a dura prova come genitori e continua a farlo….ma le vie del Signore sono infinite….

Un abbraccio Liliana