Paura d’amare

Scritto da Vale il 25 Maggio 2010

Presente,
non ho abbandonato nessuno, mio marito è tornato dalla missione, stiamo bene, ma mi preme dire una cosa…
comincio:

Sono la madre più imperfetta del mondo, avevo tanti bei propositi che sono cambiati e che continuano a cambiare…solo una costante.
Mia figlia prima di tutto..il suo bene sempre sopra ogni cosa!!
ed è per questo che sono incavolata, si contro tutti quelli che hanno paura di amare…
Ho messo mia figlia nel lettone dalla prima notte in cui le ho dato la vita, mi dicono che l’ho viziata che non me la toglierò mai dal letto..stupidaggini…qualcuno vede figli di vetn’anni nel lettone con i genitori?
non l’ho viziata lei ne aveva bisogno lo ha preteso da subito e non crediate che non abbia provato..con quell’assurdo metodo fate la nanna..si funziona ma quanto sei disposto a far piangere tuo figlio?
la mia ha pianto due giorni di fila…fino a soffocarsi fino a farmi vomitare dai nervi…ed è questo l’amore…non credo.
Le do il seno ogni volta che lo chiede, la prendo in braccio quando piange, dorme con me e mio marito….ora potrei portarvi studi scientifici che dimostrano che faccio bene che mia figlia sarà una bambina felice e serena come è, ma perchè non fidarsi dell’istino che tutte noi abbiamo? perchè insegnarle ad addormentarsi da sola se deve farlo tra i pianti e per lo sfinimento…credete davvero che così da grande avrà fiducia in se stessa? o semplicemente penserà che è inutile piangere perchè non c’è nessuno che la può sentire…
Vi dirò che ho studiato psicologia, ma serve? vi sembrerò più credibile? no vi dirò che sono mamma, che mia figlia sorride sempre che tutti mi dicono che è un angelo che è serena e tranquilla…è difficile e in alcuni momenti ho creduto di cedere…ma poi con il sostegno di consulenti per l’allattamento….con i libri giusto..ho preso la mia decisione crescerò mia figlia a modo mio con amore tanto troppo fino a non avrerne più, fino a quando sarà lei a dirmi basta..ci sono giorni in cui vuole stare sempre in braccio, ci sono notti in cui non mi fa chiudere occhio, ci sono pranzi che non mi fa fare e uscite che devo rinviare e ancora cibo che non vuole mangiare vestiti che non vuole mettere, pannolini che non si vuole far cambiare…ma la notte quando la metto accanto a me, l’allatto e lei si addormenta, sono serena so che che mi vuole bene e lei sa che io gliene voglio….ha 11 mesi e siamo felici…
e goni volta che qualcuno mi dice che bisogna essere più duri che bisogna lasciarli piangere un pò, che il mio latte ormai è acqua, che è un vizio…che devo essere decisa, devo mettere delle regole…io sorrido e dico che preferisco crescerla con amore!!!





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Il diario di Vale».

Commenti

11 commenti a “Paura d’amare

  1. condivido, anche io ho trovato come sia più bello seguire l’istinto e crescere i figli con amore. Gli altri? non mi sconfinferano( come diceva Totò)…

  2. Come dico sempre : hanno tutta la vita per soffrire, ma fino a quando dipenderà da me, niente lacrime solo coccole, quindi vai con l’istinto e l’amore, lo faccio anche io con Giulia, tre anni e mezzo di solarità.

  3. Vale, in questi mesi ti ho pensato tanto…dall’ultima volta che ci siamo scritte, eravamo sul forum, nel topic “gelosa di mia figlia”, creato da te, e condiviso da tante di noi…parlavamo anche delle difficoltà riguardante alle suocere, e ho sentito in te una vicinanza incredibile!
    Sono contenta che tuo marito è tornato, anche il mio caro suocero (a chi voglio un bene dell’anima) era in missione lì da gennaio, ed è ritornato martedì scorso.
    Baby Marina dovrebbe nascere entro domenica, quando compio le 40 settimane, e sono sempre più preoccupata di come reagirò all’ondata della extrema dimostrazione di affetto fomentato dalla parte dei famigliari…paura di non controllarmi mentre tutti vogliono saltare addosso alla mia bimba.
    Comunque, condivido in pieno i tuoi pensieri, e penso siano gli stessi di Marika, sull’attachment parenting, l’argomento principale dei miei studi in gravidanza, ed infinitamente apprezzato.
    Meno male che ci sono anche dei libri che ci sostengono, come Bésame Mucho e Un Dono per la Vita, di Carlos Gonzales, e che ci fanno credere che il lasciar piangere ad oltranza è qualcosa che facciamo contro i nostri più primitivi istinti…
    Non vedo l’ora di avere la mia piccola tra le braccia, guardarla negli occhi e iniziare a conoscerla…anche se so che ha preso tanto dal suo papà, la calma, la tranquillità, ed anche i suoi meravigliosi tratti somatici.
    Spero poter continuar leggendo di come vanno le cose con te…ti penso spesso!
    Un bacio grande!

  4. cami tesoro, besame mucho è un libro bellssimo che mi ha aperto l’anima….per quanto riguarda la tua paura…ti dirò, io quando è nata Isy non l’ho dtat in braccio a nessuno….se mi dicevano che era sbagliato dicevo che con mia figlia comandavo io e basta..lo super protetta ma in compenso non si è mai fatta male, niente confusione e nervosismi…ora ne sono felice e lo rifarei..figurati che l’ho detto chiaro a tutti quando venivano a fare le visite, gurdatela quanto volete ma non la do in braccio a nessuno, (anche per via di collane profumi sudori ecc) pensa che in alcune occasioni l’ho anche tolta dalle braccia di mia suocera…quindi segui il tuo istinto, proteggila perchè è queto l’istinto di ogni madre….tranquilla se dai di matto puoi sempre dire che sono gli ormoni impazziti!!!!
    quando hai bisogno la mia mail
    gretola@live.it

  5. uscita dall’ospedale, quasi 25 mesi fa…. ho pianto dalla paura di essere da sola, con mio marito e Marco, ho avuto il terrore durante il primo mese di fare tutto sbagliato…. poi piano piano ho capito che io conosco Marco, io so cosa gli piace e cosa non gli piace e cosa devo fare, mi guida il mio istinto e soprattutto lui.
    l’ho allattato fino ai suoi 17 mesi (mai in modo esclusivo, purtroppo) e poi non ha più voluto…sapete che si ricorda ancora che tittava da me, che la sua mamma gli dava il latte che gli piaceva tanto?
    ho fatto le cose come mi venivano, cercando anche stratagemmi diversi dalle altre mamme, sentendomi un po’ mosca bianca e a volte guardata di traverso..ma sempre con l’appoggio della mia pediatra a cui chiedevo consiglio..ad esempio preparavo il latte artificiale con acqua a temperatura ambiente…Marco non ama e non ha mai gradito i cibi caldi.
    le minestrine devo farle con molto anticipo!
    abbiamo seguito il nostro istinto, io e mio marito e abbiamo fatto tutto per il bene di nostro figlio e la faremo per sempre!
    c’è davvero un legame indissolubile tra mamma e figlio, se lo sai sentire e seguire, e quello che va bene per noi due non va bene per un’altra mamma con il suo bambino!!
    bentornata Vale, e bentornato a tuo marito!!!
    un bacione ad Isabelle

  6. Grazie Vale,
    ho preso la tua email!
    Ti terrò aggiornata, appena nasce 🙂
    Bacio grande a te e Isy

  7. chris….siamo tante mosche bianche e più condividiamo più saremo…..cami in bocca a lupo per questo traguardo importante…..attendo tue notizie

  8. Non mi sento una mosca bianca, ma una mamma ancora inesperta che va a tentoni cercando in primis il benessere del suo cucciolo.
    Io ho cercato di far abituare Fede alla culla, ma immancabilmente finiva nel lettone…
    Ho cercato di abituarlo al ciuccio anche con lo sciroppino Calmì, ma lo leccava e lo sputava via…
    Ho cercato di farlo stare sdraiato sulla sdraietta mentre noi mangiavamo, ma immancabilmente finiva sulla mia spalla, se non attacato al seno…
    Ho cercato di farlo giocare nella palestrina, ma rideva solo se stava a trenta centimetri dalla mia faccia…
    Credo che bisogni lasciarsi guidare da loro, come per l’allattamento “a richiesta”.Saranno loro a dirci quando sono pronti per fare qualcosa…
    Ora Fede dorme sereno e senza piangere nel suo letto in camera sua, si sveglia nella notte per il seno, ma dopo aver mangiato anche solo un sorso di latte per togliersi la sete, vuole rimettersi a letto (e non nel lettone…e io ci patisco un po’).
    Gioca anche un poco sul tappeto e anche da solo.
    Ma soprattutto è sereno e cresce felice e sorridente.E’ socievole e gli piace farsi coccolare da tutti, anche se mi cerca sempre con lo sguardo…

  9. e lo farà sempre….cercarti con lo sguardo…so che è dura a volte lasciarli andare…via dal lettone o lontani dal seno ma gioisci, lui stà crescendo sereno e fiducioso, perchè tu sei la sua “base sicura”
    Francesca sei una buona madre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi