Giulia e l’enzima!

Scritto da Virginia il 07 Giugno 2009

Amore mio, sei entrata come un uragano nella nostra vita, ci hai sconvolto l’esistenza e, nonostante ti abbiamo voluto con tutto l’amore possibile, io non ero preparata a tutto questo…..

Ho sentito spesso dire che le donne nascono mamme "per istinto"! Niente di più falso!!! ogni giorno imparo a diventare mamma e cerco di farlo nel miglior modo possibile consapevole a fine giornata di aver fatto un sacco di errori che spero di non ripetere il giorno dopo. Io e papà viviamo così giorno dopo giorno sperando di vederti crescere bene, cercando di farti soffrire il meno possibile anche se, come dice barbapapà, la natura deve fare il suo corso e anche perchè ci sono cose che arrivano e tu puoi solo combatterle o alle quali puoi solo reagire ma che non puoi evitare….

Quando è arrivata la lettera dall’ospedale non avevi ancora un mese… sapevo che erano le risposte allo screening fatto alla nascita e con molta serenità ho preso la busta dalla cassetta della posta avviandomi verso il supermercato. Ho letto la lettera per strada c’erano più fogli che mi impicciavano le mani: sul primo foglio c’era scritta una cosa strana mi dicevano che avevi la TRIPSINA (un enzima del pancreas) alta e che era necessario fare un secondo prelievo per controllo ma che non stavano dando nessuna diagnosi anzi che nei bambini nati prima e con taglio cesareo (come è successo a te) è spesso normale. Ero agitata ma non più di tanto, non avevo mai sentito il nome di questo enzima e mi riproponevo di vedere su internet appena tornata a casa… Poi ho iniziato a leggere il secondo foglio che dava una spiegazione del risultato… Alla terza riga le parole scritte erano più o meno "alterazione presente nell’80% dei casi di fibrosi cistica"…. gli occhi sono tornati indietro mi sembrava di aver letto qualcosa che mi suonava terribile ma forse mi ero sbagliata…. "fibrosi cistica…. FIBROSI CISTICA".

Non ricordo come sono tornata a casa, quale strada ho fatto, chi ho incontrato….. mi sono seduta piangendo sul divano con questa lettera ancora aperta con mia madre che cercava di capire che stava succedendo… Ho pianto tutto il pomeriggio e tutta la notte ininterrottamente fino a che la mattina ho parlato con la responsabile del laboratorio e poi con il pediatra che hanno avuto parole di rassicurazione…. E’ propabile in casi di parti prematuri, tagli cesarei e birilubina alta che sia alta la tripsina (tra l’altro sono altissimini i casi di falsi positivi)…

Nonostante le parole incoraggianti nelle successive tre settimane (il tempo di andare per il prelievo e attendere la risposta) abbiamo vissuto come in un altro mondo. Abbiamo deciso di non dirlo a nessuno ci siamo detti "Non facciamo preoccupare tutti inutilmente" ma sia io che papà sapevamo che questo era un modo per difenderci, per difendere il nostro dolore, sapevamo che non dicendolo era come se questa cosa non fosse successa come se la lettera non fosse mai arrivata ed era tutto apposto…..

Quando è arrivata l’altra risposta e alla seconda riga c’era scritto "Negativo alla fibrosi cistica" io e papà non ci siamo detti niente ci siamo baciati e la vita è finalmente ripresa, abbiamo ripreso fiato perchè fino a quel momento nessuno dei due aveva respirato.

Ancora benvenuta piccola mia, nessuno di noi sa cosa ti riserverà il futuro ma per ora questa è superata.

Ti amo da impazzire la tua mamma.  

 

.





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Il diario di Virginia» e tag «, ».

Commenti

10 commenti a “Giulia e l’enzima!

  1. Ciao Virginia, ho letto con un filo di apprensione il post… meno male che c’è poi l’happpy end. E’ incredibile come un figlio possa farti provare emozioni così forti. Davvero una cosa speciale.

  2. Tantissimi auguri a voi ed alla vostra bambina, che possa crescere sempre sana e bella e ricolma dell’amore che voi indiscussamente le date…in bocca al lupo!

  3. Carissima Virginia,
    non so dirti, sarà che abbiamo vissuto insieme questa esperienza, sarà che mi sono identificata in te tante, tansissime volte, ma non hai idea di cosa ho provato nel leggere le tue parole. Un’angoscia tremenda all’inizio ed ora… sto ancora piangendo per la gioia del finale del tuo racconto…
    Forse queste esperienze servono per apprezzare di più quello che si ha, per farci capire cosa ptrebbe essere, per aiutarci a non dare tutto per scontato!
    Sono felice, felicissima per voi… Goditi questi momenti e non farti più paranoie sulla tua capacità di essere mamma. Tu ami tua figlia e questo è già tutto quello che serve.
    Un abbraccio grande, grandissimo!
    Sandra

  4. Che dire………….da donna in dolce attesa…….(spero mai di non dover leggere mai un foglio cosi’)da futura mamma…….spero …..qualsiasi cosa potesse mai accadere,di avere la stessa forza,e la tua stessa fermezza!!!!!!!!!!mi unisco al tuo abbraccio di gioia!e tanti m a tanti baci alla piccola!.

  5. Cara Virginia,
    ho letto più volte in questi giorni il tuo post, ed ho pianto tutte le volte, non riuscendo poi a trovare le parole giuste…..
    Un vecchio modo di dire delle mie parti è “nessuno nasce imparato”. Nel senso che le cose si imparano con il tempo e con l’esperienza. Ma penso che se alla base di tutto ci mettiamo tanto amore e poca presunzione di saper fare, forse capiamo prima quello che è giusto e quello che sbagliamo. Nessuna mamma nasce come tale. Impareremo ad essere mamme, sbagliando mille volte e capendo i nostri errori.
    L’amore che provi per tua figlia si legge in ogni parola, la tua angoscia è diventata la mia, ho pensato a quell’angioletto con tanti capelli e con gli occhi aperti che ho visto nelle tue foto….. Hai affrontato una grande prova, ma è superata. Sono felice che sia andato tutto bene, non immagini quanto!
    Ti abbraccio con tanto affetto e ti mando tanti bacini per la piccola Giulia.

  6. Accidenti che paura Virginia…arrivata solo oggi a leggere il tuo post, per un attimo all’inizio mi è preso un colpo. Che prova difficile hai superato:sei stata grande!!!! Io lo penso e lo dco sempre:la salute, è l’unico dono che chiedo per i miei figli..
    Ti mando un bacio, e spero di riuscire a chiamarti presto.
    Claudia

  7. Ciao, io ho un piccolino di quasi 5 anni… e ho passato esattamente quello che hai passato! Stessa “prematura diagnosi” Stessa reazione.. Stesso tutto.. Io però avevo un aiuto in piu’… A mio nipote quando nacque scrissero la stessa lettera, lui addirittura dovette andare a Milano perchè anche il secondo pareva positivo alla FIBROSI CISTICA. Fino al giorno del ritiro degli esami che davano risultato negativo, guardavo il mio angelo e mi ripetevo. TU SEI FORTE! SEI TALE E QUALE A TUO PADRE! NON PUO’ ESSERE VERO.
    Capisco ogni tua sensazione, fino alla gioia di dire… ok è tutto a posto adesso.. è tutto passato. Un abbraccio

  8. ciao Virginia..
    ho letto e riletto il post…posso solo immaginare quello che hai provato…per fortuna la risposta è stata negativa.
    ahh auguri per il 2 mese di Giulia!
    anche se un po’ in ritardo 🙂

  9. Ciao Virginia,
    ti ricordi ancora di noi? Sei sparita! Come stai? Come sta la tua piccola Giulia? Ti prego aggiornaci!!!
    Un bacio affettuoso
    Sandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi