Bravi Bimbi > I Diari delle mamme > Diari in archivio 2009 > Il diario di Virginia > Il mio parto e le prime sensazioni da neomamma!!!

Il mio parto e le prime sensazioni da neomamma!!!

Scritto da Virginia il 20 Maggio 2009

Care mammine e pancine, annunciandovi la nascita di Giulia rinviavo ad un’altra pagina di diario il racconto del mio parto… Finalmente riesco a farlo! Le acque mi si sono rotte alle 23 circa del 17 aprile… a casa ero sola mio marito non era ancora tornato dall’Aquila dove aveva sistemato alcuni uffici e mia madre era tornata a casa sua (fuori Roma) perchè tanto tutti dicevano che era presto. Dopo un primo momento di panico puro ho telefonato a mio marito e con tranquillità gli ho detto che le acque si erano rotte ma che non avevo dolori quindi di stare calmo, ho chiamato l’amica che lavora nell’ospedale dove ho partorito e lei e il marito sono venuti a prendermi (in realtà sono poi arrivati tutti contemporaneamente)….Nell’attesa ho finito di preparare la borsa, mi sono vestita e non sapendo che fare ho iniziato ad asciugare il liquido che avevo sparso per tutta casa (che testa!!!).

Ho fatto un tavaglio di 6 ore metà delle quali già sotto epidurale e alle otto del mattino essendosi fermata la dilatazione a 5 cm e la bambina risultava in sofferenza hanno deciso per il cesareo… l’operazione è stata un po’ lunga la bimba si era incastrata con la testa sotto il bacino e non è stato facile tirarla fuori… ci sono voluti il prof. i due assistenti e l’ostetrica.  Giulia è uscita dalla mia pancia che già piangeva con gli occhi aperti meravigliando tutti…. Quando l’ho vista ho pensato… non può essere mia questa creatura….. che miracolo che è la vita!!!!

Sono riuscita a rivedere Giulia solo la sera quando sono andata al nido per allattarla (all’Umberto I i neonati non li portano mai in reparto neanche per le poppate) e quando me l’hanno messa in braccio ho pensato "Ma chi è questo fagottino? Non può essere che sono io la sua mamma…" Ci ho messo un po’ di tempo a realizzare che ero diventata madre…. e mi sono vergognata un po’ per questa prima sensazione di estraneità…..

Ora le sensazioni si accavallano…..

Come MAMMA mi sento felice, ma c’è sempre una punta di ansia di troppo… quando piange forte per le coliche che puntuali arrivano tutti i giorni mi viene da piangere perchè mi sento inadeguata, credo di non essere capace di proteggerla, di capirla… Non la allatto sempre perchè ho poco latte e la bimba si attacca con difficoltà perchè ho i capezzoli un po’ rientrati e si innervosisce e piange di più (lei che in realtà è una bimba tranquilla e la notte dorme non avendo confuso giorno e notte). Vivo come una colpa il fatto di non avere latte e (un po’ anche per le parole di mia madre) me ne vergogno e dico a tutti che sono costretta a dare l’aggiunta del latte artificiale quando in realtà la nutro quasi esclusivamente con il latte in polvere. Ma quando guardo Giulia penso che è tutta la mia vita… e sorrido a questo piccolo miracolo!!

Come MOGLIE mi sento un po’ sola, e come CASALINGA sono un vero disastro…. ma tanto lo sono sempre stata 🙂 Mi sento un po’ sola perchè comunque non essendo di Roma non ho qui parenti e gli amici sono pochi, mio marito fa quel che può ma tra il lavoro e la sua parte un po’ infantile che ha ancora bisogno di coccole resta ancora un po’ estraneo… fortunatamente non abbiamo perso la voglia di intimità e credo che lui non si senta messo tanto da parte…

Infine come DONNA!! Ecco in questo caso sono stata molto fortunata…. mi sento molto bene e mi vedo molto bene. Essendo già un po’ in sovrappeso (e poi con il diabete gestazionale) sono stata attenta alla dieta durante la gravidanza e (anche per il fatto che ho partorito alla 37^ settimana e quindi mi sono risparmiata altri chili) ho preso solo 9,5 Kg… ma dopo 20 giorni ero già a meno 11. Mio marito ora mi chiama "chiappe secche" e questa cosa mi fa ridere perchè io combatto con la bilancia da una vita, le mie amiche mi dicono che sembra che non sono mai stata incinta e i vestiti mi vanno tutti… si sono stata molto fortunata 🙂

Ho scritto tantissimo… scusate le chiacchiere ma avevo voglia di parlare un po’ con voi.

Un abbraccio forte. Virginia e Giulia





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Il diario di Virginia».

Commenti

6 commenti a “Il mio parto e le prime sensazioni da neomamma!!!

  1. ohi ohi quante belle sensazioni! Condivise poi perchè credo che tutti noi neogenitori ci siamo passati!
    Per la solitudine… a Roma ci sono altre mamme di bravibimbi…perchè non vi trovate? Dai!

  2. Cara Virginia, aspettavo proprio il racconto del tuo parto (di Banana e Sandra ormai so già tutto!!). Dove abiti a Roma? Io sono a Cinecittà…magari ti vengo a trovare!
    Non ti angosciare per il latte, può succedere. Però, se volessi sentirti un pò aiutata e sostenuta ci sono le volontarie della “Lega del Latte”:puoi cercare i recapiti su internet, per vedere iil gruppo più vicino a casa tua. Io ho allattato non molto Giulia e Sara, e comunque con le aggiunte:poi mi sono rivolta alla Lega del Latte per Francesco, e, almeno con me, sono state formidabili!! Due anni di allattamento, liscio come l’olio. Ho capito che commettevo moltissimi errori prima, ma loro mi hanno saputo spiegare dove sbagliavo.(e, tra parentesi, non prendono nulla, è tutto volontariato!).
    Quanto ai papà, non so il barbapapà, ma trovo che all’inizio è normale che restino un pò “estranei”, o semplicemente osservatori:anche per loro si tratta della ricerca di un nuovo ruolo, a volte non facile da trovare.
    Anche io certe volte mi sento proprio un disastro! Adesso ad esempio sono alle prese con la gelosia del piccolo…e con la paura del parto che, puoi non crederci, ma pur essendo al quarto, non mi fa dormire di notte. Che ci si può fare…siamo esseri umani!! 😀
    Un abbraccio

  3. Cara Virginia,
    aspettavo il tuo post con impazienza… Mi piace molto condividere emozioni ed esperienze con te!
    Anche io sai quando ho visto Ilaria ho provato quella sensazione di estraneità. innanzitutto mi sembreava grandissima e poi chissà… me l’ero immaginata diversa, non so se fosse quello, ma comunque inizialmente anche a me non sembrava mia. Infatti, tornata in camera, non vedevo l’ora di vederla ancora per studiarla meglio e per fare amicizia con lei. La sensazione è durata pochissimo. Tempo poche ore ed Ilaria era diventata mia.
    Per quanto riguarda il latte devi interrogarti bene: quanto vuoi riuscirci ad allattare tu? Guarda che non è un obbligo… se vuoi allattarla tu devi farla ciucciare tantissimo altrimenti il latte resta poco. Se non ci tieni tantissimo (e non c’è nulla di male, non è una cattiva mamma chi opta per l’allattamento artificiale) allora lascia perdere ma non sentirti mai inadeguata. Mamme si diventa, non si nasce. C’è bisogno di un po’ di rodaggio…
    Io ti consiglio poi di accettare l’invito di Claudia ad incontrarvi: è una ragazza adorabile, una bellissima compagnia. Anzi, sai cosa ti dico, invidio il tuo abitare a Roma per poter avere questa opportunità. Se ricordi quando sono stata a Roma ho conosciuto anche Liliana (a proposito l’ho sentita oggi: sta benissimo e si ripromette di scrivere al più presto, manda i suoi saluti a tutti!!!). Siete in tante lì potreste davvero incontrarvi tutte e condividere tutte le gioie della maternità 🙂 (uffa voglio venire anche io però!!! – scherzo – approfittatene)
    Allora chiappe secche (scherzo scherzo!!! Magari chiamassero me così!!!) ti saluto con affetto e se per caso ti trovi a fare una gita dalle mie parti mi raccomando chimami, mi farebbe molto piacere incontrarti. Siamo vicine infondo, ci separano soltanto un paio di ore di auto. Cosa fate in estate? Andrete in vacanza?
    Un bacio affettuoso
    Sandra

  4. buon onomastico Giulia!
    Virginia, vedrai che ogni giorno le tue sensazioni “negative” diventeranno positive e l’Amore per tua figlia e l’istinto ti aiuteranno a capirla sempre più!
    un grande bacione
    chris

  5. Carissime grazie per le belle parole!!!!
    Cara Claudia seguirò il tuo consiglio ma come mi consiglia Sandra cercherò di non vivere l’eventuale vera impossibilità di allattare come una colpa (e speriamo che neanche gli altri lo faranno). Inoltra ti volevo dire che abitiamo vicinissime (per le distanze di Roma) noi viviamo a Centocelle praticamente all’angolo tra la Casilina e la Palmiro Togliatti… Come possiamo metterci in contatto??? Tramite Barbapapà? Spero di poterti sentire presto….
    Cara Sandra… hai sempre la parola giusta al momento giusto…. bella de casa!!!!
    Grazie per gli auguri allora effettivamente l’onomastico di Giulia è nel giorno di S. Rita, non ne ero tanto sicura!!!!
    Vi abbraccio ancora tutte aspettando notizie
    Virgi e Giulia

  6. ciao a tutte io ancora non ho partorito e il mio pancino cresce sempre di piu’… al mattino prima di alzarmi toccco il mio pancino come se lui o lei mi sentisse…. quando ho saputo di essere incinta e stata un emozione bellissima, volevo mettermi a piangere ma dalla forte emozione non ci riuscivo.. mio marito dalla forte gioia e caduto, rovesciandosi il secchio con l’acqua…. non vedo l’ora di vederla/o per vedere in primis se sta bene e poi per vedere il suo bel faccino e il suo corpicino mentre lo tengo tra le mie braccia… comunque auguratemi buona fortuna e tanti auguri di buon anno un po in ritardo….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi