mio marito a fare una semplice ecografia di controllo richiesta dal medico che mi faceva i monitoraggi il giorno prima, ma nulla di cui preoccuparsi, arrivo mi sistemo e dalla faccia dell’ecografista capisco subito che qualcosa non va, lei mi dice che forse c’era troppo poco liquido così mi consiglia una flussimetria….figurarsi che neanche sapevo che cavolo era una flussimetria, comunque troviamo una clinica dove a pagamento (figurarsi neanche a dirlo) mi danno appuntamento subito per la sera, vi lascio immaginare come è passato quel giorno…..nella mia testa non facevo che ripetermi “che cavolo vorrà dire che ho poco liquido?! Sarà grave?!Ci saranno problemi?!”

Insomma la tanto attesa ora arriva ed io arrivo sempre con mio marito in questa clinica dove dopo una breve attesa mi fanno questa specie di ecografia particolare che misura la qualità e la quantità di liquido amniotico….il medico mi guarda e mi dice senza tanti giri di parole che dovevo andare subito in ospedale che per ora il bambino sta bene ma che il liquido è usurato e troppo poco per soddisfare le necessità del feto che quindi aveva cominciato a mettere in atto tutta una serie di reazioni naturali per difendersi dalla scarsa quantità di ossigeno e di alimento che gli arrivava. Non vi dico che paura e che ansia….in quei momenti pensi davvero di tutto e di tutto ti passa per la testa….e poi avevo una gran paura che a 38 settimane fosse troppo presto….comunque la sera stessa arrivo al pronto soccorso con i miei esami e senza neanche passare dal via, mi ricoverano….e chi ha dormito?! Io no davvero…il sabato mattina per si e per no ripetono tutto dall’eco normale alla flussimetria e tutti gli esami del sangue possibili ed immaginabili….all’ora di pranzo arriva finalmente il dottore mi guarda e mi dice che non ci sono alternative possibili e che avrei dovuto partorire entro 24 ore al massimo altrimenti avrebbero fatto il cesareo….non credo di riuscire a trovare parole per descrivere la paura che avevo, nonostante fosse il secondo parto questa gravidanza è stata completamente diversa dalla prima dall’inizio alla fine. Già al secondo mese mi dicono che ho un distacco della placenta e che dovevo stare a letto e ci resto praticamente fino al quinto mese comprese di gravidanza!! Non vi dico che fatica passare cinque mesi nel letto con un bambino di quattro anni che proprio non capisce come mai all’improvviso la sua mamma non si può più alzare, non lo può più portare al parco giochi con gli amichetti e via dicendo…dal sesto mese in poi le cose vanno bene fermo restando che per tutti e nove i mesi ho avuto nausee ed acidità senza mai una tregua :-§ Al settimo mese comunque mi dicono che il bambino ha i bacinetti renali dilatati, il che avrebbe potuto comportare due possibilità, la prima che entro il nono mese si sarebbero sistemati da soli, la secondo che ci sarebbe nato e che quindi avrebbe dovuto fare una cura di antibiotici fino al sesto mese di vita per poi essere operato!!!!Per fortuna almeno i bacinetti sono rientrati nella normalità…Insomma mi stimolano il parto e dopo ben 15 ore( di duro travaglio indotto e quindi al quanto doloroso) finalmente il cucciolo è venuto al mondo, uno scricciolo di 48 cm per 2800kg nulla a che vedere con il fratello che era nato (alla 40 settimana giusto giusto) di 3800kg per 54cm….era un bisonte cicciotto e lungo al punto che ho dovuto usare direttamente le tutine di 3 mesi….questo invece era proprio un ragnetto magrolino ed affamato! Povero praticamente mi hanno spiegato che nelle ultime settimane di gravidanza non gli arrivava più da mangiare e quindi lui aveva proprio smesso di crescere, piccolino…Ora sta benissimo naturalmente, mangia precisissimo ogni tre ore e nel primo mese è cresciuto più di un kilo quindi va benissimo, eppure oggi, guardandolo dormire mi accorgo che ancora non ha raggiunto il peso del fratello quando è nato, è ancora un ragnetto minuscolo che mangia e dorme come un ‘angioletto….

So che tutto ora va bene, lui sta bene mangia e cresce eppure io ancora mi porto dietro quello spavento che mi sono presa solo un mese fa….come fa un accenno di verso sono subito da lui ed in men che non si dica è fra le mie braccia….persino tra una poppata e l’altra lo vado a controllare in continuazione, come se ancora non avessi realizzato che è andato tutto bene e che lui sta bene, cioè lo so con la ragione ma all’atto pratico continuo a sentire quella sorta di ansia come se dovesse capitare qualcosa da un momento all’altro…passerà…

Non so voi, ma a me piace un sacco guardarli mentre dormono…è così piccolino e tenero, anche Ale non fa che guardarlo, per fortuna non sembra essere geloso, almeno non ancora, gli da un sacco di bacini, di carezzine e si diverte un mondo quando il piccolo gli stringe il dito con la manina…io cerco di coinvolgerlo il più possibile, mi faccio aiutare da lui a cambiare il pannolino, a scegliere le tutine da mettergli e pure quando gli faccio il bagnetto, io lo tengo nell’acqua e lui gli passa piano piano la spugna sul pancino e sulle gambine, cerco di farlo sentire importante per me proprio perchè ho necessità del suo aiuto sperando di scongiurare così un’eventuale gelosia….o almeno di mitigarla in parte :-p

Farò bene?!