Comincia l’ecografia ed ecco quella macchia nera…cavolo un’altra ciste, mi ha suggerito la solita vocina pessimista. Solo un attimo di tristezza e poi quella frase indimenticabile: “Signora, non c’e` piu` bisogno di fare il test! Vede questo puntino che lampeggia? E` il SUO cuoricino!”.
Il SUO…il cuore del mio bambino! Solo parlarne mi fa emozionare ogni volta di piu`, ma in quel momento ero quasi shoccata, paralizzata su quel lettino. Il mio cuore aveva ragione e la vocina finalmente ha smesso di parlare. Una lacrima e` scivolata via e non ho piu` parlato…stavo x esplodere, quel puntino luminoso di 4 mm aveva illuminato tutta la stanza, quella giornata, la mia vita intera di una luce nuova e inaspettata.
In un istante tutto ha cambiato colore!

Avrei voluto abbracciare il ginecologo, “io ti adoro” (x fortuna l’ho solo pensato!) e lui mi ha congedata cosi` “Da questo momento dovra` pensare in maniera diversa da come ha fatto fino ad oggi”. Quanto aveva ragione! Ho ripensato a quell’ultimo mese e mi sono sentita subito in colpa per tutte le ‘schifezze’ mangiate e bevute la sera del 22 marzo alla mia festa di compleanno e per ogni comportamento che avrebbe potuto danneggiare il mio piccolino. Da quel momento mi sono sentita veramente responsabile del mio corpo e delle mie emozioni, in un attimo la direzione dei miei pensieri e` cambiata radicalmente, TUTTO PER LUI.

Tornando a casa ho guidato pianissimo, accarezzandomi la pancia invisibile…Amore mio, amore mio ti stavo aspettando! L’ho detto subito a mio marito Giuseppe che inizialmente non ci ha creduto (maledetto primo aprile!) poi mi sono sciolta in un mare di lacrime e ha capito, quel suo sorriso a migliaia di denti non glielo avevo mai visto prima. Che giornata indimenticabile!

I primi 3 mesi sono molto delicati e ho iniziato subito una cura di progesterone per bloccare le prime minacce d’aborto. Ho fatto la brava e sono stata a riposo mentre l’inseparabile nausea ha deciso di accompagnarmi x tutto il giorno e anche di notte. Ma si sopporta tutto per un fagiolino cosi` grazioso!

Dopo 10 gg Giuseppe e` venuto con me x un`eco di controllo. Il nostro fagiolino e` cresciuto molto e all’11 aprile e` lungo gia` 14 mm. Quando il dottore ha indicato a Giuseppe il suo cuoricino lui ha sorriso ancora in quel modo dolcissimo, poi mi ha fatto un occhiolino furtivo e ho sentito tutta la sua felicita`.

Sono entrata nell’11ma settimana e manca ancora molto alla sua nascita ma l’attesa e` dolce e andare dal dottore o fare analisi non e` mai stato cosi` piacevole! Abbiamo intrapreso una strada nuova e non priva di difficoltà` ma sono sicura che ce la faremo e il nostro piccolo miracolo verra` alla luce!
Alla prossima!

Annarosa