Compleanno di Sara

Scritto da Claudia il 31 Marzo 2011

Ieri, 30 marzo, la mia Sara ha compiuto 14 anni. Tanti,tantisimi…troppi!Troppi perchè mi sembra passato poco tempo da quando l’aspettavo, da quando era piccola piccola e buffa da morire, da quando andava alle elementari e ogni anno cambiava sport perchè non trovava mai quello che le piaceva,da quando voleva solo lasagne e le leggevo le favole la sera. Mi sembrano troppi perchè veder crescere i propri figli è bello e terribile insieme.
Questo è la pagina del diario che scrissi tornata a casa,qualche giorno dopo il parto.
“Sono a casa. Sara è nata,finalmente. E’ nata la notte tra sabato 9 e domenica 30 marzo, a mezzanotte e ventisei minuti. Fuori faceva freddo e tirava vento. Dalle finestre si vedeva il Tevere scorrere agitato nel buio, e le luci dei lampioni sugli argini dell’isola tiberina. Fuori, in sala d’attesa, c’erano Giulia e mia mamma, che giocavano per ingannare il tempo. Se chiudo gli occhi di quei momenti ho in mente tutto,persino gli odori, i timbri delle voci dell’ostetrica e delle infermiere. Ricordo un dolore tremendo e che avevo perso un pò il controllo;poi quel corpicino è sgusciato fuori da me. L’ostetrica me l’ha messa in braccio appena uscita:tutta sporca, calda, appiccicosa,ancora attaccata a me dal cordone ombellicale. Piangevo:di dolore, di sollievo, d’emozione…d’amore. Poi nel silenzio della notte le infermiere hanno fatto un eccezione, e mentre ancora il neonatologo lavava la piccola hanno fatto entrare Giulia a guardarla. Aveva il viso più emozionato che avessi mai visto.
E così mi sono ritrovata nel letto dell’ospedale, andati via tutti, con quest’esserino piccolo e meraviglioso, che mi guardava sgranando gli occhi ancora gonfi dal parto, come se cercasse di capire cosa fosse successo. Mi guardava seria seria, cercando di mettere a fuoco, di visualizzare il mio volto. Era buio e c’era quel silenzio immobile da ospedale. Sara ha cercato il mio seno e si è attaccata a ciucciare, con tanta forza che all’inizio ho sentito dolore. Quando ha cominciato ad albeggiare era ancora lì che succhiava, tutta raggomitolata contro il mio corpo.”

buon compleanno piccola mia;nei tuoi occhi per me c’è e ci sarà sempre la magia del nostro primo incontro!!






Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Il diario di Claudia».

Commenti

4 commenti a “Compleanno di Sara

  1. Tanti auguri alla piccola donna! che bel post che hai scritto Caludia, ma la frase che mi ha fatto venire le lacrime agli occhi, è nei tuoi occhi per me c’è e ci sarà sempre la magia del nostro primo incontro!!
    quanto è vero! è una magia…una sensazione indescrivibile, una botta d’amore che ti esplode dentro e che ti fa pensare che non hai mai amato nessuno con così tanta intensità….una magia che si ripete con ogni figlio….
    davvero auguri a Sara che è davvero fortunata ad avere una mamma come te…
    che bella dichiarazione di amore materno che le hai fatto!
    Baci a entrambe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi