Festa del papà

Scritto da Claudia il 21 Marzo 2011

Nonostante una notte insonne, passata a “rotolarsi” per i dolori di stomaco, causa una gastrite acuta virale, sabato mattina Alessio si è svegliato, pallido e malconcio, ma in pieno splendore di festeggiamenti sul suo status di padre. Sara aveva preparato il giorno prima una torta al cioccolato con su scritto “auguri papà! Tvb”, e una grossa lettera colorata riboccante d’amore e belle parole. Giulia aveva scritto un messaggio. Francesco aspettava di esibire molto fiero il suo lavoretto preparato a scuola:una cornice colorata, con dentro un suo ritratto di papà. Incredibilmente somigliante, per quello che ci si può aspettre dai graffiti di un bimbo così piccolo!! E persino Adriano aveva più o meno contribuito alla preparazione di un lavoretto al nido:o se non proprio contribuito, almno aveva afferrato il concetto di:”è un regalo per papà”.
Così ho potuto gustarmi il momento in cui l’orgoglio di genitore trionfa, in cui ci sente unici e importanti,in cui ci si sente proprio sciogliere qualcosa dentro, e pensi che quel lavoretto stropicciato, quella torta un pò bassa e mal lievitata sone le cose migliori che hai visto e assaggiato mai!
Friedrich Von Schiller ha scritto una volta:”non sono la carne e il sangue, ma il CUORE a fare di noi dei padri e dei figli”.
IL RITRATTO DI PAPA' FATTO DA FRANCESCO
IL LAVORETTO "DI ADRIANO"
LA LETTERA DI SARA





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Il diario di Claudia».

Commenti

Un commento a “Festa del papà

  1. Bello! Molto bello quello che scrivi, hai reso perfettamente l’idea!
    Chissà come gongolava tuo marito!
    …e noi invece… una tristezza….
    Giorgio è a casa da due settimane per la bronchite asmatica, non sappiamo neanche se hanno fatto un lavoretto, io ero un po’ in crisi per stanchezza e per un bisticcio del giorno prima, Luca lavorava di sera ed è tornato alle 21.30, quando Giorgio ormai dormiva… Ma il giorno dopo ho fatto un dolce con la complicità di Giorgio (che mi guardava incuriosito e poi mi ha aiutato a portare il vassoio), una schiacciata fiorentina alla panna, decorata con smarties rossi-quasi-a-cuore e scritta con il gel rosso (avevo solo quello!): Auguri Babbo! Beh, non se lo aspettava! E anche se non l’aveva fatto suo figlio, si è emozionato lo stesso! Mentre il mio di lavoretto è tuttora incompiuto…
    Baci a te e alla tua meravigliosa gang!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi