sulle paure

Scritto da Claudia il 12 Novembre 2011

Premessa necessaria:mio figlio Francesco,come spesso succede ai bambini della sua età, ha un pò di paura del buio. Niente di eclatante,solo di norma non vuole rimanere da solo in stanze completamente buie e la notte dorme con la “lucina da nanna” (quella fioca fioca che si compra appositamente)sempre accesa.
Una ventina di giorni fa lo trovo in bagno chiuso al buio. Accendo la luce stupita e gli domando:”amore, che fai qui al buio da solo?” e lui sorridendo mi risponde:”niente, affronto le mie paure”.

“Mio piccolo grande ometto,che incanto la tua purezza, lo slancio coraggioso verso l’ignoto. Tu stai li,a tentare ciò che noi a adulti non riuscirà mai più, se non in occasioni del tutto particolari;te ne stai li tranquillo e fiero a guardare in faccia i tuoi lati scuri, quello che ti spaventa, che ti rende fragile. E me lo spieghi così, con tutta la sorridente innocenza dei tuoi pochi anni. Mi lasci senza fiato e senza parole:a cercare di ricordare quante poche volte ho trovato il coraggio di mettermi a testa alta difronte ai miei limiti.
Però sai, una volta la tua mamma, tanti anni fa, prima che tu nascessi,è andata a volare:la tua mamma che ha sempre paura dell’altezza e del vuoto,che ti fa sempre ridere perchè deve mettersi la musica a volume alto nelle orecchie per affrontare seggiovie e cabinovie senza panico,una volta ha volato con il suo papà in parapendio.
E’ stato a Molveno, in Trentino:un volo a 2000 metri di altezza. E anche se avevo le mani gelate che tremavano, le gambe di burro, il cuore che batteva così forte da rimbombarmi dentro le orecchie,ho volato in biposto,per quasi un’ora. E anche se sono passati 10 anni, ancora qualche notte lo sogno. Sogno di me che ero lì, ad “affrontare le mie paure”,che ero li che volavo, con il paese in riva al lago che sembrava abitato da pulci, e il cielo vicino da far spavento.
Perchè quello che oggi ancora non sai è che da grande non sarà più così istintivo, così naturale come viene a te ora:affrontare le proprie paure sarà faticoso, a volte terribile. Ma quei momenti, mio piccolo ometto coraggioso, vedrai che li ricorderai per sempre,e saranno sempre la parte migliore di te.”

FRANCESCO
 





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Il diario di Claudia».

Commenti

2 commenti a “sulle paure

  1. Che dire… Francesco ci insegna tanto…
    La forza ed il coraggio che trova dentro di sè sono da imitare. E la semplicità con ciu ti ha spiegato quello che faceva fanno di lui già un grande Uomo.
    Bravo Francesco. Grazie per quello che ci hai insegnato.
    E Claudia…. per te una domanda Marzulliana… Ma se tuo figlio ha pensieri così profondi, da chi avrà imparato? 😉
    Baci a voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi