Bravi Bimbi > I Diari delle mamme > Diari in archivio 2013 > Il diario di Lapirupao > Sono tornata! (parliamo di scuola parentale)

Sono tornata! (parliamo di scuola parentale)

Scritto da Lapirupao il 25 Giugno 2018

Famiglie di BB, rieccomi dopo la bellezza di 8 anni!!
Sono Lapirupao (Paola), sposata con Andrea da 10 anni, 2 figli Elia (9 aa), Giorgio (quasi 8).

Come state? Barbafamily??

Ho visto in rete il video dei fori alle orecchie di Rebecca e, prima ancora di vedere e riconoscere Barbapapà, mi son detta: “Io conosco quella bella bimba!” ^^
Vorrei subitissimo sottoporvi ad un argomento spinoso: che vi pare della scuola parentale?

Fatemi sapere che ne pensate!

Un abbraccio a tutto il forum! 😀

Lapirupao





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Il diario di Lapirupao» e tag «».

Commenti

5 commenti a “Sono tornata! (parliamo di scuola parentale)

  1. Ciao Lapirupao! Ben ritrovata! Per me sarai sempre la mamma che vive sui monti, lo sai questo vero? 🙂

    Il video sugli orecchini è stato un successone, non mi chiedere il perchè!

    Proviamo a parlare di scuola parentale! Prima di avventurarmi (non ne so in realtà moltissimo) ti chiederei: perchè stai pensando ad una scuola parentale?

  2. Ma, caro Barbapapà, in realtà è un po’ che ci penso, così, per valutare pro e contro, in quanto la soluzione scolastica delle mie parti non mi soddisfa al 100% (pluriclasse, troppe maestre, poco insegnamento rispetto a ciò che ho imparato io…)
    Cosa ne pensate voi? Ho guardato in rete anche per la legislazione, più o meno, ma per il momento lascio tutto com’è, si tratta di prendere informazioni 🙂

  3. Ciao, te l’ho chiesto perchè ho sempre la paura che i genitori di oggi stiano diventando sempre un po’ troppo presenti e pressanti. Sono perfettamente consapevole dell’importanza dell’istruzione primaria. Ma mi sembra che alcuni esagerino. Ho sentito con le mie orecchie alcune mamme dire: “Insomma, non gli danno abbastanza compiti da fare”. Sono bambini. Imparano, assorbono come spugne ma rimangono dei bambini, non stiamo pretendendo un po’ troppo?
    La soluzione a cui hai pensato ho davvero il terrore che possa andare nella direzione del genitore che, scontento per qualche motivo, dice: “Va bene, ci penso io”. Insegnare è una cosa difficile. Tirar su una scuola, è una cosa complessa da gestire. Non sono menefreghista, voglio che mia figlia cresca istruita ed educata ma… fino alla scuola media non mi preoccupo più di tanto. Tu scrivi: “rispetto a ciò che ho imparato io…”. Personalmente non ho ricordi legati all’istruzione elementare. So solo che tutto quello che ho imparato e che sono oggi, dipende largamente dalla formazione “sul campo” e minimamente dal quella sui banchi di scuola. E quindi, per quello che possiamo, stiamo facendo sempre fare più esperienze possibili a nostra figlia. Poi, troverà la sua strada, ne sono sicuro.

  4. Ciao, scusa per la risposta estremamente tardiva, ma ho provato un po’ di tempo fa a rispondere, poi mi ha cancellato tutto e mi sono scoraggiata…ci riprovo!
    I miei ricordi della formazione delle scuole elementari sono molteplici e sì, faccio parte della categoria “danno troppi pochi compiti”. Perché è vero che sono bambini, ma io credo di non essere cresciuta con troppe nozioni in testa e poche esperienza sul campo. E il poter imparare un metodo di studio sin da piccoli credo aiuti nel momento in cui serve da grandi, e penso seriamente che la scuola di oggi sia un po’ carente in questo.
    Tuttavia, la mia si tratta, piuttosto che di una scelta definitiva, di un’indagine, per sapere voi cosa ne pensiate voi e gli altri genitori di BB. La scuola parentale è molto impegnativa, non fa per me, almeno per adesso; senz’altro, quando posso, aggiungo io nozioni dove mi sembrano mancare e per questo non credo di sostituirmi alle insegnanti, ma anzi di completare con le mie conoscenze, appunto, “sul campo”.
    Spero di essermi spiegata bene, ma resto a disposizione per chiarimenti! 😀
    Un bacione a tutti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  5. ma sì chiarissima! Il mio non era un attacco nei tuoi confronti eh!
    Al momento continuo a pensare che fino alle medie sono ancora davvero dei “bambini” e che se anche non studia quando sono è a casa… non ne faccio un dramma.
    L’anno prossimo però ci sarà invece la svolta: dovrà sicuramente impegnarsi di più e… ce la farà. I genitori di oggi sono troppo presenti, secondo me dovrebbero fare un passo indietro. Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi