Se lo chiamano così ci sarà un motivo…i medici tentano di dare spiegazioni più o meno scientifiche quando ti dicono che il cuoricino del tuo feto si è fermato (sì, feto, perchè ancora un bimbo non è, anche se nel tuo cuore è già tuo figlio). Ti dicono che è la natura che decide, ed è meglio così, perchè probabilmente aveva problemi genetici. Ma loro non lo sanno con certezza. Te lo dicono per darti una ragione.

Io me ne do un’altra, non scientifica, perchè se fosse vero che la natura sceglie chi “mandare avanti” e chi no, allora perchè nascono tanti bambini con problemi, e addirittura molti non vanno oltre pochi anni di età? Io credo in un’entità suprema che decide, che si chiami Dio, Karma, Allah o altro. E un anno fa è stato deciso che no, non era il momento, perchè altro sarebbe dovuto succedere prima e perchè quell’esperienza stessa ci fortificasse e ci portasse a compiere scelte e decisioni che ci hanno portato ad ora. E tutto con la supervisione di un angioletto in più, che dal giorno dopo della sua trasvolata in Paradiso ha cominciato a darci un segno che tutto sarebbe andato bene in futuro.

E con questo includo tutto, dalle scelte lavorative, al decidere da parte mia di non farsi più sopraffare dai problemi lavorativi, dallo sposarsi e dare un punto fermo a tutto, a rinsaldare il nostro amore, al fare uno stupendo viaggio all’estero che ci ha fatto innamorare di una città che tornerà sicuramente nel nostro futuro…tutto, dalle piccole cose, ci ha portato ad ora. Ed ho quasi paura di non meritarmelo, ma ora caro fagiolino, stai bene attaccato alla tua mamma, perchè è venuto il tuo momento.