Bravi Bimbi > I Diari delle mamme > Diari in archivio 2013 > Il diario di Lauryn > Le foto dei nostri bambini su internet

Le foto dei nostri bambini su internet

Scritto da Lauryn il 09 Ottobre 2010

Ciao ragazze, tema scottante che volevo trattare da tempo, cioè da quando ho cominciato a frequentare siti e forum dedicati alle mamme. Poi oggi ho letto di uno studio condotto in America in cui ben il 92% dei bambini sotto i due anni si ritrova su internet già dai primi mesi di vita. Perchè? Perchè con l’avvento dei social network, vedi Facebook e similia, nonchè appunto di forum e siti dedicati al tema natale, molti genitori non resistono e pubblicano le foto dei propri piccoli, nonostante esista una legge sulla privacy che tenti di tutelarli. I genitori però, in quanto tali, hanno diritto di decidere se pubblicarle o meno. Però…c’è un però…

Nessuno ha mai pensato che internet è frequentato da tutti? Ma proprio da tutti, pertanto anche da pedofili e schifosi? Una mia amica, scrittrice con un certo seguito, ci ha pensato, ed anche per via della propria popolarità, ha deciso di non mostrare foto della figlioletta su internet, ma solo, per curiosità sfinente dei fan, un piedino, una manina, un vestitino. Io condivido appieno questo suo atteggiamento, anzi, se vogliamo, io penso che non pubblicherò mai neanche quelli su internet. In fondo per mostrare le foto dei propri bimbi ai parenti o amici basta mandarle via email…

Voi che ne pensate? Non abbiate paura di dire la vostra, sia che siate di un parere che dell’altro, siamo qui per confrontarci e crescere!





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Il diario di Lauryn» e tag «, ».

Commenti

22 commenti a “Le foto dei nostri bambini su internet

  1. lauryn sono una di quelle mamme che mette le foto su internt…sul sito e su fb!!su fb c e la privacy e solo chi decido io puo vedere le foto dei miei piccoli!!!!e di certo nn do il consenso a gente che nn conosco!!
    sul sito(Solo questo!)il pericolo c e ….ma mi piace l idea di vedere un futuro tutto il mio diario cn racconti e foto!
    so che è sbagliato ed è + forte di me nn inserire in un diario virtuale..forse dovevo scrivere le stesse cose in un diario manuale e li inserire queste foto?credo proprio di si..
    ormai sono 2 anni che lo faccio!spero che questo sito e queste foto rimangano fuori dalla vista elle bestie schifose!!
    un abbraccio

  2. ma infatti ti capisco in pieno, in futuro quando avrò anche io un bambino so che sarà difficile resistere alla tentazione però in effetti il buon vecchio album di famiglia è la cosa migliore, per le foto perlomeno. poi invece i diari ben vengano, come l’iniziativa di bravibimbi, la parola è conoscenza!

  3. Lauryn hai pienamente ragione ma anch’io sono una di quelle che su Fb ha la cartella con le foto della propria bimba.
    Inizialmente ero restia a farlo ma quando poi ho provato a mandare un e mail ai miei cugini negli States ed ho impiegato mezza giornata mi sono ricreduta; infondo come dice Marina uno può decidere a chi farle vedere o meno. Su bravibimbi invece scrivo da quando ho saputo d’essere incinta e ogni tanto rileggere il mio diario mi fa rivivere i momenti belli e brutti della mia gravidanza qui ho trovato tante persone che mi hanno dato buoni consigli e non mettere le foto della mia piccola ora che è nata mi sembra come lasciare qualcosa d’incompiuto. Ma per il resto hai ragione!! i Pedofili sono ovunque e non è certo una password o un sito di mamme che purtroppo li può fermare.

  4. Spunto interessante, prova a girarti la domanda al contrario. E tu non hai paura per te stessa? Scrivi su bravibimbi, hai un tuo sito, usi twitter, sei presente su Facebook…

  5. sì, quando ci rifletto lo ammetto, mi vien fifa. il mio indirizzo, numero di telefono, tutto…per fortuna non sono una Pamela Anderson e spero non mi capiti mai uno stalker. Però è a mio rischio e pericolo. I bambini non se lo scelgono, e noi siamo responsabili per loro. Tu che dici? 🙂

  6. Sinceramente penso che nostra figlia sia molto più in pericolo quando andiamo in giro in macchina che quando pubblichiamo le sue foto online.

    Sono per un uso consapevole di Internet. Non avverto tutto il pericolo che dici. Personalmente non ho mai sentito nè letto di bambini come i nostri “abusati” perchè visti online. Semmai ho, purtroppo, ho assistitio annichilito a tante storie come quella della povera Sarah Scazzi. Non reputo la Rete più pericolosa di quanto lo sia la vita “reale”. Ho più timore della baby-sitter trovata all’ultimo momento.

    Il pericolo vero potrebbe affacciarsi quando i nostri figli cresceranno, quando il nostro controllo diventerà limitato. Stando a quello che dici, da madre, vieterai a tua figlia o a tuo figlio l’uso di Facebook o Netlog?

    Il mondo è pieno di matti, che tu sia la Anderson o meno non c’entra proprio nulla. Bisogna, in qualche modo, trovare il giusto mix tra il dormire con un occhio sempre aperto e non fasciarsi troppo la testa altrimenti…addio serenità e spensieratezza.

    Sembri molto più vittima dei media che un utente avanzato di internet quale ti reputo. Personalmente condivido quando scritto dal Samuele Silva quando, in un suo post (http://www.samuelesilva.net/2010/05/14/neonati-su-facebook/ ) dice:

    La paura del mostro internet, della pedofilia e l’eccesso alla riservatezza producono nell’utente medio un diffuso effetto di “non ritorno”.
    FaceBook ed i bambini sono l’esempio più eclatante di questo fenomeno; il mondo si divide in due grandi e distinte categorie: chi pubblica tutto e chi non pubblica niente, per paura.
    Una paura non concreta e difficile da spiegare.
    Impossibile da capire.
    Ho chiesto lumi (Perché, se metti una foto cosa può succedere?
    Mi sfugge il nesso…) senza ottenere risposta.
    La mia domanda però mi sembra lecita: se metto le foto di un bambino (nel caso specifico un neonato) cosa potrà mai succedere?
    Il pensiero corre subito al pedofilo di turno ma anche se la foto fosse intercettata da un brutto ceffo cosa potrebbe mai farne? Masturbazione? Violenza mentale?

    Capisco le deviazioni ma mi sembra che si tenda ad esagerare e a dipingere il mostro più brutto di quanto sia in realtà. Se qualcuno volesse fare del male al bambino avrebbe comunque tutti i dati (nome, mail, telefono, indirizzo, spostamenti, amici), ma proprio tutti, per risalire all’indirizzo reale anche senza foto.

    A chi possiamo attribuire la colpa di questo modo di pensare?
    Non serve correre troppo con la fantasia: ignoranza e scarsa conoscenza del web (è più facile che i pericoli arrivino dall’ospedale, dal comune, dall’asilo, dalla chiesa) sono sicuramente colpevoli, ma anche televisioni e media hanno creato una campagna demoniaca contro la rete e contro tutti i social network, esaltando i lati negativi e senza parlare delle possibilità offerte dal mezzo internet.

  7. aspetta aspetta aspettaaaa, ti fermo subito:
    io non parlo di un pericolo fisico diretto! mi spiego, anche se mi fa schifo dirlo, che potrebbero esserci dei pedofili schifosi che guardando le foto dei nostri piccoli si masturbano o cose del genere!!
    da lì a passare alla realtà ci passa ben altro, devono conoscere la famiglia, seguirti, etc diventa complicato anche per loro!!

    conosco bene il web, ci lavoro, pertanto non lo temo, ma cerco di difendere una categoria che è indifesa. permetterò ai miei figli di usare internet da soli unicamente dopo averli adeguatamente istruiti. non sono per il divieto assoluto, anzi, internet ti apre la mente, ma bisogna conoscerlo appunto.

    spero di essere stata più chiara ora 🙂

  8. okay, però comunque i conti non mi tornano 🙂

    Se levi le foto dei bambini da Internet dovresti levarle anche da tutti i giornali in vendita in edicola: Insieme, 9 mesi, Bimbi Sani e Belli, Primi Anni, etc etc.
    Dalle pubblicità su Vanity Fair, su A, Gioia, dai cartelloni in giro per le strade, dai programmi di Bonolis in prima serata in Tv e…

    Come detto prima, pur consapevole che il mondo è pieno di matti, non credo che qualcuno possa farsi qualche pensiero strano sulle foto di mia figlia (vestita!) che disegna per terra.

    Ripeto, è molto più pericoloso quello che c’è la fuori: al parchetto, al supermercato.

    Non posso levarmi il piacere di condividere delle emozioni che mi rappresentano con il terrore che qualcuno possa “farle sue”.
    E’ questo che i media stanno invece dicendo e che, per quello che ne so e che penso, non rappresenta affatto la realtà delle cose.

  9. rispondo punto per punto:

    1.sì, quelle foto sono autorizzate dai genitori 🙂 non ho mai detto che bisogna levare le foto dei bimbi da qualsiasi media: sono così belli! dico solo che in mia coscienza, i MIEI figli (speriamo Dio me ne faccia dono) non li esporrei.

    2.concordo che il mondo fuori è ben più pericoloso del web, non c’è assolutamente paragone e non l’ho mai fatto 🙂

    3.è vero, i media tendono a screditare internet, e valorizzare la tv, ma noi sappiamo perchè, i motivi sono soldi, pubblicità e propaganda elettorale (di una persona). non volevo alimentare assolutamente questo terrorismo, era solo una riflessione.

    Forse la mia riflessione era orientata ad una realtà diversa, che è quella di una ragazza come me che ha una certa visibilità con il mio blog principale, ed ha lo stesso numero di visite giornaliero che ha questa scrittrice di cui ti parlavo e che ha fatto appunto questa scelta. Di certo una persona che frequenta il web solo per hobby non ha il numero di visite che ho io (non me ne sto vantando, sia ben chiaro 😉 ) e quindi non si pone nemmeno il problema, e infatti io non me lo porrei in quel caso.
    Forse avrei fatto bene a specificarlo, è che non mi sento una “vip” del web, ma alla fine mio malgrado godo di una certa visibilità e ne subisco le conseguenze positive e negative. ad esempio quando ho subito l’aborto, su facebook si sono fatte sentire anche persone che non conosco minimamente, che per carità, sono state carine, ma mi ha fatto riflettere sulla visibilità che ho e su quanto questa possa influire magari negativamente sui miei futuri pargoli.

  10. Carissima,
    sono una di quelle mamme che su questo sito (non ho un account su fb o twitter) ha caricato un sacco di foto sin dall’inizio della mia avventura di mamma…
    Quoto Barbapapà e soprattutto NON CI VOGLIO PENSARE, perchè allora non uscirei neanche di casa… Chi lo sa se il signore che legge il giornale ai giardini non ha cattive intenzioni?O il mio vicino di casa?
    Cerco di essere attenta e vigile il più possibile e soprattutto non lo lascio mai o quasi… Ma a volte non basta… Solo a titolo di esempio: tempo fa ho parlato con una maestra di asilo in crisi perchè aveva a che fare con una bimba (3 anni) con molti problemi dovuti alle violenze sessuali prottratte nel tempo ad opera del NONNO MATERNO… e non dico altro…

  11. Mi limito a dire: CHE ANSIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Mi accodo a Francesca: non ci voglio pensare!!!!

  12. Quoto in pieno quanto scritto da Samuele Silva e voglio raccontarvi a tal proposito quanto mi è successo in luglio. Decido di passare una domenica mattina nella piscina comunale della mia città con mia mamma e i miei bambini. Mi porto anche la macchina fotografica digitale che fa anche i filmini. Scatto una decina di foto, faccio 3 o 4 brevi filmati e poi mi si avvicina il bagnino che, mortificatissimo, mi chiede di mettere via la macchina forografica perchè, mi spiega, la nuova normativa sulla privacy imposta dal comune vieta di fare foto in cui possono apparire anche altri bambini: “sa signora”, mi sussurra, “io capisco che lei sta fotografando i suoi figli, ma purtroppo con questo problema dei pedofili……” Era così mortificato che gli ho sorriso, ho spento la macchina fotografica e non ho replicato. Ma non ho potuto non notare gli alti palazzi che si affacciano sulla piscina, dalle cui finestre con un buon obbiettivo si possono fotografare anche i peli del naso dei bagnanti: io però non ho potuto fotografare i primi tuffi del mio figlio più grande e un papà non ha potuto filmare il primo bagnetto in piscina della figlia neonata…..

  13. Non è per niente bello che sento… è vero che ci sono persone che fanno male ma in speranza che questi siti non sono guardate di queste persone mettiamo le foto dei nostri bei bambini….

  14. @Alessandra situazioni come la tua in piscina direi che sono comunissime. Come credo di avere già detto, personalmente non vedo il pericolo, l’allarme “pedofilo” che può “divertirsi” con le foto di famiglia. Temo che per loro ci siano ben altri siti. Rispetto però le paure di tutti . Lauryn ha lanciato un tema importantissimo e, come è giusto che sia, ognuno ha le sue idee. Tutte da tenere in considerazione.
    Assurdo che tu non possa filmare tua figlia perchè ci sono altri bimbi ma… c’est la vie! 🙂

  15. X Barbapapà: sai non avevo mai riflettuto sul fatto che situazioni come quella da me descritta fossero comunissime. Forse perchè parlo di una realtà di provincia che, chissà ancora per quanto, pare ancora un’isola felice. Sono daccordo con te col fatto che i pedofili abbiano ben altri siti (purtroppo) e sono daccordo con Silva quando scrive che se un mal intenzionato intercetta le foto dei nostri figli, cosa può succedere? Che si eccita? Bè, allora si eccita anche quando vede un bambino per mano ai genitori mentre va a scuola o ai giardinetti: cosa facciamo, non usciamo più di casa? Ovviamente no. Però si è instaurato un tale clima di paura che siamo arrivati al punto in cui un genitore non può filmare/fotografare suo figlio se c’è il rischio di inquadrare altri bambini. E’ veramente assurdo, anzi no: è ingiusto!!!! Sono anche assolutamente daccordo sulla decisione di Lauryn considerata la sua presenza nel web, probabilmente mi comporterei nella stessa maniera al suo posto. Mi rimane comunque dentro tanta rabbia per l’ingiustizia di non avere uno scatto decente sul primo tuffo di mio figlio!!!

  16. Sono d’accordo con titti76 CHE ANSIAAAAAAAAAAAAAA!!! Cosa dobbiamo fare? Tenere i nostri figli chiusi in casa?dobbiamo proteggere i nostri figli da questi mostri nel nostro possibile,anche se non è facile perchè poi si sentono fatti che ti fanno venire i brividi su per la schiena parenti che abusano figli,nipoti….
    Io penso che più che stare vicino ai nostri figli non si possa fare. Comunque mi auguro che a mio figlio non capiti mai niente.

  17. bhe io ho almeno tre album fotografici di irene su fb e un pò di foto anche su bravibimbi,ma a dire il vero,sarà l’incoscienza della mia età,e la gioia immensa di essere mamma,che amo condividere questa gioia con le persone a me care,e con bravibimbi che ormai è diventata una famiglia per me…perchè per ogni mio problema,ogni mio dubbio e ogni mia attimo di gioia riferiti alla gravidanza prima e alla nascita di irene dopo hanno reso bravinimbi parte integrante della mia vita,una seconda famiglia!!!quando è nata irene mi sono sentita in dovere di mettere la foto perchè dopo 9 mesi che condividi tutto vuoi condividere anche questo momento,e sopratutto vuoi presentare la tua bambina o bambino ai parenti lontani in termini geografici ma piu vicini di altri.come hanno detto già in molti,non mi fa paura il web se usato discretamente e in un buon modo mi mette più paura chi mi sta intorno…non ci si può fidare di nessuno,dal nonno o dallo zio….certe volte diventiamo mostri anche noi stesse,leggevo proprio ora di quella mamma che ha messo la figlia nella lavatrice,so che non si tratta di pedofilia ma di violenza in quel caso,ma questo solo per dire che siamo più pericolosi noi,persone reali che viviamo ogni giorno con i nostri cuccioli che chi magari vede solo la foto dei nostri bimbi(se mai la vedrà).bhè,vi lascio in questo interminabile discorso…credo che anche volendone parlare non si raggiungerà mai un punto d’accordo,e magari chissà lauryn,quando avrai anche tu un bimbo e spero prestissimo,sarai talmente affezionata al sito e alle persone che lo frequentano tanto da cambiare idea e da presentarci la tua bimba/o!!!!!!!!!!!bacioni

  18. ciao sonia, e grazie dell’augurio che mi fai!
    spero solo, in tutta questa discussione, di non aver fatto entrare nel panico delle mamme che non avevano mai pensato a questa possibilità, e che anzi ciascuno continui a pensarla e a comportarsi come la pensava prima. forse facevo bene a tenermelo per me questo pensiero.
    un bacione!

  19. Ciao lauryn! Per quello che mi riguarda non ti preoccupare ognuno può pensarla come vuole e tu hai espresso una tua opinione su un tema come dire “scottante” è normale che hai ricevuto molte risposte! Io sono una di quelle mamme che talmente orgogliosa della figlia ha messo le sue foto su FB e qualcuna anche qui! Ribadisco il discorso di barbapapa cosa possono fare i pedofili masturbarsi con le foto di mia figlia vestita? Di sicuro è una cosa che mi fa imbestialire se ci penso ma come hanno detto anche le altre cerchiamo di non pensarci!!!!
    Ciao ciao un bacione

  20. leggo solo ora. io ho semmmmmmmmmmmmpre adorato i bambini. sempre fotografati, salutati, invidiato tanto le mamme che li avevano.son per me il senso della vita, la speranza, mi piace da matti veder le facce degli adulti che diventano così buffe davanti a quelle naturalmente buffe dei piccolini. non avrei mai pensato che ora che ho il mio, che ovviamente mi sembra bellissimo e simpaticissimo, abbia mandato le foto solo via mail e abbia speificato di non passarle in fb o altro. non mi va, ecco tutto. l’anno scorso son stata però malissimo quando in vacanza un papà ha detto no quando gli ho chiesto di fotografare i suoi bambini su un Ape (camioncino) pieno di frutta colorata. non sono fotografa professionista, mi piacciono solo le foto belle, avevo appena fotografato un aloe e un anziano che dormiva su una sedia con la testa all’indietro tipo cartone animato….eppure anche se mi son sentita mortificata, e tanto, ho pensato che era giusto che il papà potesse scegliere. un’altra volta in egitto mi avevano raccomandato di non guardar troppo i bambini perché non era cosa gradita. a mio marito era venuto un colpo e già ci vedeva alla gogna considerandomi incapace di tale privazione. all’aeroporto sulla via del ritorno vedo una bimba bellissima ..peccato con un papà gigantesco che mi guardava. saliamo in aereo. arriviamo e si va a prender il bagaglio. riecco la bimba. e qui mi scatta la considerazione che siamo a Roma e quindi azzardo la foto. Porca miseria il papà mi stava ancora guardando e io mi son sentita ghiacciare. Vedo che chiama la bimba e penso che la vuole avvicinare al suo ginocchio per proteggerla. Mi pare le dia qualcosa..ma son troppo preoccupata.. me lo vedevo già venire e sbriciolare la macchina fotografica o me…dice qualcosa alla bimba che si gira per qualche secondo a guardarmi. Dopo poco la bimba, non accompagnata, viene verso di me. Il papà guarda un pò lei un pò me. Mi arriva davanti. Io non so che fare quando lei arrivata vicino alza il braccino per porgermi una cosa, apre la manina e dentro c’è un piccolo scarabeo celeste. E’ considerato un portafortuna. Mi vengono ancora gli occhi lucidi se ci penso. Potete immaginare mio marito che da Roma a Venezia non ne poteva più del mio “Ti rendo conto?” Ero così felice : ) ..e chissà magari il mio bimbo è arrivato da là..chi lo sa.
    Non ho letto tutti i passaggi di queste risposte, ma son convinta che il genitore fa bene a farsi certe domande e scegliere come meglio crede. Credo che in piscina avrei filmato il bagnetto del mio bambino con l’aiuto del bagnino (col cavolo che me lo perdo) non filmando bambini altrui (è sempre bello poter rispettare gli altri!). Credo che continuerò ad adorare i bambini e apprezzerò chi si sente di poter condividere la bellezzadei propri con il mondo eprché la bellezza dei bimbi secondo me non può che renderci migliori. Ho passato la foto che ho fatto al bimbo della mia amica con la faccia tutta imbrattata di polpa di banana e mela e immagino sia già su fb. Spero faccia ridere tanta gente. E non importa se io non ho messo quella del mio che guarda la propria manina con aria interrogativa (ha appena scoperto di avere una manina), quello che davvero conta, ma DAVVERO, è CHE SIA IO CHE LA MIA AMICA GUARDIAMO I BAMBINI IN GIRO PER LE STRADE, RIDENDO QUANDO VEDIAMO CHE STAN BENE, PREOCCUPANDOCI SE VEDIAMO CHE STAN MALE. NON AVREMO PAURA COM’E’ CAPITATO L’ALTRA SETTIMANA DI ESSER REDARGUITE NEL CHIEDERE AD UN BIMBO DA SOLO LUNGO LA STATALE SE LA SUA MAMMA STA ARRIVANDO O SE HA BISOGNO DEL TELEFONO PER AVVISARE QUALCUNO O DI UN PASSAGGIO. NON IMPORTA SE METTIAMO O NO LE FOTO DEI NOSTRI BIMBI IN INTERNET, L’IMPORTANTE E’ CHE AMIAMO I BIMBI TUTTI E CHE SIAMO DISPOSTI A DIFENDERLI QUANDO SARA’ NECESSARIO. L’altro giorno una coppia che conosco ha interrotto la gravidanza. Anche qui le coscienze si spaccano, le opinioni si dividono. Non ho potuto far niente per convincerli a tenere il bambino e mi son sentita malissimo, davvero tanto. Però non ho interrotto l’amicizia, anzi e so che loro difenderebbero il mio bimbo se si trovasse in difficoltà. Insomma ..penso che la cosa importante sia che, qualunque sia l’opinione esperssa qui..mi par che siam tutti contro la pedofilia e che dovesse mai capitare qualsiasi occasione per combatterla noi sapremo schierarci. Io in gravidanza ho voluto partecipare a un seminario sugli abusi sui minori. Mio marito incavolatissimo, è venuto nel caso mi sentissi male ihihiihi..superato bene anche se l’argomento era tosto..la mia motivazione era conoscere per poter meglio difendere e difenderci. Io la penso così. Ultima cosa…(lo so, lo so..ho scritto un poema ehehehehe) però un pò applaudo cmq chi ha messaggi positivi e riesce ad esser sereno perché chiudere la porta non è sempre la sola via per essere più sicuri. ok adesso chiudo che fra poco può essere che il vicinato sia risvegliato dal ruggito che chiede latteeeeeeeeeeeeeeeeeeeee : )

  21. io nn sono d’ accordo nel mettere le foto dei bambini su fb…in primo luogo per i pedofili perchè esiste la gente malata che può arrivare a seguirli sotto mentite spoglie e poi perchè quelle stesse foto possono essere utilizzate da sponsor e aziende pubblicitarie SENZA IL NOSTRO CONSENSO!!!! in questo mondo ormai nn c’ è più nessun limite all oltraggioso..per cui io soggiungo che prima di mettere foto di bimbi sia opportuno che si sappia quello che si fà e che si assuma la propria responsabilità e se ne prenda coscienza di quello che si va incontro..perchè poi in un futuro nn ci si debba lamentare se scompare un bambino! e qui in italia scompaiono tanti bambini…e nn solo per pedofilia….perchè nn esiste solo quella, ma tanto e tanto altro..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi