Non mi importa arrivare. E’ più importante continuare ad andare. Ho partorito da cinque mesi e mezzo la mia seconda bimba. Si chiama Giorgia ed ha cominciato da poco lo svezzamento. Non è semplice, niente lo è, tanto più che la felicità ha un costo ed io sono disposta a pagarlo..sono convinta valga tanto perciò ogni sacrificio non è tale.

Queste le premesse di un percorso solo accennato tempo fa, quello che siamo oggi è solo l’inizio di ciò che vorremmo diventare, io, con entrambe le gravidanze sono cresciuta un pochino, adesso comincio, insieme alle mie figlie, un percorso di cambiamento, di lavoro, di stile di vita…la vita delle mamme, dopo la nascita dei figli, cambia pelle, ed è un cambiamento che fa paura ma che sto vivendo come una opportunità, l’ansia, mia compagna di viaggio, sarà solo uno stimolo in più.

Non mi importa far carriera se questo significa far crescere le mie bambine da altre persone, non sapete quanto è stato doloroso sentir chiamare “mamma” la babysitter da mia figlia, questa volta non voglio dire che non posso permettermi di lasciare il lavoro per cercarne un altro, questa volta voglio dire che non posso permettermi di non esserci per le mie figlie…ORA…., faremo passettini, insieme…c’è bisogno di crescere!