raccomandazioni di farsi sentire ogni tanto, non appena è uscita da casa sono scoppiata a piangere come una bambina… Ecco il punto… Come una bambina!

Perchè nel rapporto con i miei genitori io mi sento ancora così tanto figlia e così poco adulta… Ho un bisogno disperato di loro, di vederli e di sentire la loro voce almeno una volta al giorno altrimenti sto male! Forse qualcuno potrà pensare che è una cosa stupida e senza senso… Che sono immatura… Liberissimi di pensarlo per carità, io penso invece che questo nasca dal rapporto solido e profondo che ho con loro… Li amo da morire, ed anche se la mia vita scorre parallelamente ed indipendentemente dalla loro, i miei genitori mi mancano!

La mia vita è serena e piena in ogni sua parte , specie da quando c’è la mia pulcina… Lei è la naturale proiezione di una parte di me nel futuro, ed io vorrei poterle dare tutto quello che desidera e che io stessa ho avuto sempre… Per questo la guardo ogni giorno crescere e mi sento fiera del lavoro che sto facendo con lei, mi sento mamma a 360 gradi, eppure quella domanda mi gira in testa sempre…

Forse la verità, e la sola risposta plausibile, è che una volta genitori, non smettiamo di sentirci figli, ma semplicemente riusciamo a capire quanto è difficile essere entrambe le cose contemporaneamente! Diventiamo i pilastri portanti di una vita che cresce, che ha ed avrà bisogno di punti fermi, di solidità e sicurezza, di forza, di serenità… Ma noi? Il nostro bisogno di solidità e sicurezza?  Quello che abbiamo ricercato nei nostri genitori fino ad un attimo prima? Smette di esistere nel momento stesso in cui da figli e solo figli diventiamo genitori e poi figli?

E’ solo una questione di tempi e di momenti, di priorità e vedute…

Tutto il nostro mondo e la nostra vita si riamalgamano all’improvviso…

I nove mesi della gravidanza sono come un limbo…  Sono come la fase di transizione che trasforma il bruco in  farfalla…

Nulla di quello che eravamo smette di essere, cambia solo posizione… Nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma… E noi, giovani farfalle, restiamo figlie tutta la vita, solo che oggi siamo prima madri…