godermeli, se non uno per volta! Sarà che il piccolo è ancora piccolo e ha ancora esigenze ed orari da neonato e quindi non si possono ancora fare delle attività insieme, sarà che un pò stanchina la sono e GioGio mi mette alla prova anche per esigenze legate alla sua età, ma non sono più la mamma che ero e che ho sempre desiderato essere.

Ero dolce e affettuosa, ora sono spesso isterica, perdo la pazienza e sgrido GioGio anche quando non è necessario. Probabilmente ero abituata troppo bene prima con un bimbo che è sempre stato molto bravo, adesso che è arrivata l’età in cui comunque sarebbe diventato più monello ed è pure arrivato il fratellino, non sono in grado di fronteggiare la situazione. Ogni mattina mi ripropongo di fare meglio, ma ogni sera mi ritrovo a urlare per mandarlo a letto, magari a dargli anche una platta sul sedere, e ad addormentarmi con inconsolabili sensi di colpa perchè so bene che urla e schiaffi non servono a nulla, anzi, gli sto solo insegnando a fare altrettanto.

E’ dura, mi sento di fallire nel compito più importante della vita. So che la perfezione non è di questo mondo, ma devo riuscire ad ogni costo a migliorarmi, per la serenità mia e dei mie bimbi!

Consigli?!!

Comunque, mentre mi abbatto perchè non sono contenta di me stessa, ogni tanto però penso di aver posto le basi per qualcosa di meraviglioso: quando vedo Giorgio che rivolge uno sguardo innamorato al fratellone e Giovanni che lo abbraccia chiamandolo “Giorgiomio”, allora penso che un fratello sia il più bel regalo che si possa avere e che le cose andranno sempre meglio! Speriamo!