, si stiracchiava e si ranicchiava, si girava verso il monitor ed alzava le manine e sembrava che ci volesse salutare! O forse faceva marameo al dottore? Ma a noi ha fatto piacere che non si metteva nella posizione giusta, così ci siamo goduti un po’ lo spettacolo che faceva per noi! E più non si spostava, e più il dott. spingeva la sonda sulla mia pancia, anzi la sbatteva! Ed io, che non avevo la vescica completamente vuota, pensavo " se non la smette…". Poi finalmente è riuscito a misurare tutto quello che doveva, ha scattato tre o quattro foto, poche parole e la notizie che dovevo tornare il giorno dopo per il prelievo. Siamo usciti, abbiamo aperto la cartellina e…ma come, ha messo solo una foto? E Luca mi conferma che le altre le ha buttate via. Ma poteve darcele, tanto ormai le aveva stampate!

Pazienza, tra una settimana torniamo dal nostro gine e lui ci farà un servizio fotografico completo!

E poi voi non lo sapete, ma tutte le foto le invio per e-mail a mia sorella (che le fa vedere ai miei), ad alcune amiche lontane e a mia zia di Milano, che mi assiste "telefonicamente " e "telematicamente! Per la seconda visita dovevamo aspettare quasi due ore, ma non conveniva tornare a casa sia per il parcheggio (è talmente difficile trovarne uno!) sia perchè diluviava. Allora abbiamo fatto il tour dell’ospedale! Prima tappa al bar, dove non ho potuto prendere altro che un po’ di spremuta d’arance (poco più di un dito di succo) e senza dire niente alla diabetologa! Poi siamo passate a salutare alcune mie colleghe, ma ovviamente avevano da fare. E allora che si fa? Siamo andati a sederci dietro la porta della diabetologia! E chi passava ci diceva " … ma siete un po’ in anticipo?! " Finalmente arriva il nostro turno! Controllo pressione, valori glicemici, ecc. ecc. e poi la notizia: bisogna aumentare ancora un po’ l’insulina a cena. Pazienza, tanto quando ti buchi non fanno differenza due unità in più.

Spero solo che dopo la gravidanza me la sospendano, è una noia! E poi mi manca lo zucchero nel latte, ho voglia di cioccolata, quella fondente ma non solo, e di gelato alla nocciola….

Ok, vedi ranocchietto/a cosa faccio per te?

Ieri invece è stato il turno del prelievo per il duo test e qualche altra commissione, e dopo tutta la mattinata fuori casa, e dopo essermi stancata un po’ , ieri pomeriggio l’ho passato sdraiata sul divano, con un bel po’ di mal di pancia e senza dirlo a Luca, altrimenti poi mi beccavo anche il rimprovero! L’ha saputo dopo un po’ e, ovviamente, ha borbottato! Ma ho imparato la lezione: non devo esagerare, anche se mi sento bene devo essere cauta. In fin dei conti, non ho ancora il permesso di fare tutto quello che voglio, devo ancora stare a riposo! (che noia, che barba!).

Baci a tutti! Margy &…….