Eppure ci sono ancora…

Scritto da Margherita il 03 Settembre 2018

Caro Diario,
quanto tempo è passato dall’ultima volta? Troppo, lo so.

Eppure ci sono ancora!

Il mio piccolo Grande Amore ormai è un ometto: tra poco compie 9 anni! Lo scorso anno per il suo compleanno ha organizzato una festa all’insegna dei giochi: tiro alla fune, corsa con i sacchi, telefono senza fili, tiro ai barattoli, lancio degli anelli….Ha organizzato le Olimpiadi di Giorgio! E’ stata una bella festa e lui è stato bravissimo a organizzare e decidere il da farsi.

Per quest’anno voleva andare all’osservatorio del planetario, ma non festiggiano compleanni sotto i 10 anni. Allora festwggeremo al Giocagio’, un giardino attrezzato proprio davanti casa nostra, dove Giorgio vorrebbe riproporre i giochi che sono piaciuti di più lo scorso anno,una sorta di Luna Park!

Ti racconto un po’ di lui.
Giorgino è un ecologista convinto, ferma la gente per strada per dirgli di non fumare soprattutto vicino ai bambini, adora i cuccioli…
E’ un gran lettore e insieme siamo diventati volontari (e lettori volontari) di “Un Prato di Libri”, festival della lettura per bambini e ragazzi che si svolge tutti gli anni in aprile a Prato.
A scuola è bravo, ma ne’ a lui ne’ a noi importano i voti. Parliamo sempre di tante cose, di quello che succede a scuola e intorno a noi e a tutto cerchiamo di dare risposte semplici e sincere. Ha problemi di scrittura, o meglio di calligrafia. Per questo siamo andati da una psicomotricista e poi da un pedagogista, ma questa è un’altra storia, che vi racconterò un’altra volta…
I problemi di scrittura sono cominciati in prima, dopo la frattura al polso della mano destra, frattura arrivata proprio quando imparava il corsivo e che ha avuto una lunga convalescenza (intervento, ferri nel braccio, poi tutore per tre mesi…). A ricordo di quel periodo gli sono rimaste due piccole cicatrici sul polso e tutte le volte che le guardo mi corre un brivido lungo la schiena.
Il nostro pesciolino, dopo sei anni di nuoto, ha deciso di mollare. Sicuramente dovrà fare sport, anche perché è un po’ tondotto 🙂 oltre che per tutti i motivi per cui un bambino fa sport, ma… pare voglia provare con la Boxe!!
Della Boxe mi piace l’allenamento intensivo e mi hanno detto che é un ambiente semplice, di persone sane e vere. In alternativa, rugby (che ha già provato per due mesi due anni fa e che ha lasciato per continuare il nuoto)(p.s…preferisco il rugby, nonostante il fango da lavare!)

Ed ora… tra 15 giorni comincerà la quarta! E sarà l’ultimo anno alla primaria, perché nella nostra scuola la quarta è la classe del distacco, nel senso dell’addio alla sede della scuola primaria e dell’infanzia, perché per la quinta si spostano nella scuola media. Un modo per staccarsi dolcemente dalla scuola e per avvicinarsi alla scuola media. In quella scuola lasceremo un pezzetto di cuore, sette anni tra materna e primaria..
Caro diario, come faccio a raccontarti questi ultimi anni tutti in una volta?

Impossibile. Mi sa che dovrò tornare a scriverti… 😉





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Il diario di Margherita» e tag «, , ».

Commenti

3 commenti a “Eppure ci sono ancora…

  1. Ciao Marghe! Vedo tutto bene dai! Sono però molto ma molto curioso della storia legata alla grafia. Nostra figlia sicuramente non eccelle ma non abbiamo mai pensato di farla vedere a qualcuno. Raccontami!

  2. Che piacere rileggerti…..i nostri cuccioli (ormai cresciuti) sono coetanei e grazie a bravibimbi siamo anche in contatto su facebook. La cosa che più adoro è sentirsi vicini a persone che in realtà non si sono mai incontrate e nonostante non si possa dire di conoscersi ci sono dei fili sottili che le legano (almeno questa è la mia percezione…)
    Devo confessarti che sono invidiosa dell’amore che ha Giorgio per i libri, Giulia invece ancora “snobba” i libri senza le figure ma non perdo le speranze.
    Mi piace un sacco sta cosa della quinta nella sede delle medie….
    io dei 9 anni ho notato un drastico mutamento di crescita, è ancora piccina ma comincia ad essere meno bambina e questo mi mette non poca ansia…..
    in bocca al lupo per nuovo anno scolastico e Buon compleanno!!!!!

  3. Ciao Riccardo!
    Se vuoi ti scrivo un post sul problema scrittura 😉
    Scherzo!! Ti riassumo la storia… molto riassunta!
    Già dalla seconda ne parlavamo con la maestra, lei era indecisa se farlo valutare o no. Alla fine siamo arrivati a metà terza per decidere, insieme a lei. Siamo stati da un psicomotricista, che gli ha insegnato alcuni trucchi per agevolare la scrittura e stancarsi men. Poi siamo stati da un pedagogista, perché a causa della sua difficoltà a scrivere cercava tutte le scuse per perdere tempo… Alla fine tutto bene, lui non ha nessun problema, ma è ambidestro e questo è stato accentuato dalla necessità di utilizzare la sinistra a causa della frattura.
    In conclusione, lui si sta impegnando a scrivere in corsivo utilizzando i trucchetti imparati e la maestra, tranquilla che non ha problemi, accetterà anche lo stampatello maiuscolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi