vari e chi ne ha più ne metta. Ma se mangia la metà è ancora bello! Poi s’impunta e inizia il disastro o meglio, la trasformazione in Hulk. Urla, si divincola manco avesse le puntine sotto il sedere (o nel pannolino 😉 ), sbatte via tutto e gira la testa.

La notte ormai è la via crucis, meglio di quella di Pasqua: si addormenta dopo le 23 (e dire che aveva iniziato a dormire dalle 21 alle 7 ed ero finalmente riuscita a guardarmi 1 film intero una sera!) nella migliore delle ipotesi e dalle 2.30 in poi si trasforma in una belva. A parte l’aneddoto che è un orologio svizzero e si sveglia tutte le notti alla stessa identica ora e non capisco come faccia… la solfa è sempre la stessa. Urla ad occhi chiusi e si contorce nel lettino. Lo si coccola un attimo e dopo poco si riaddormenta. Torno a letto e tempo 2/5 minuti, ecco che riattacca a urlare. Mi alzo di nuovo, vado in cameretta e stessa scena. Inutile dire che lo trovo nelle posizioni più svariate nemmeno fosse un contorsionista del circo… E via così tutta la notte (non scherzo) finchè tra le 5.30 e le 6.30 si sveglia del tutto. Sì lui si sveglia del tutto, mentre io sto facendo la maratona dalle 2.30 di notte!

E’ già così da 2 settimane! Aggiungiamoci la mia faringite batterica che non mi molla da 1 mese e il caos e completo!

Detto questo, le notti tragiche continuano e le giornate miste tra sonno devastante e stanchezza che si sta tramutando in irascibilità (ora mi trasformo pure io come fa’ il mio baby) continuano senza sosta.