la saggezza della nonna

Scritto da MillaZu il 11 Maggio 2011

quando ero giovine chiedevo sempre a mia nonna come si faceva a rimanere tanti anni insieme ad un uomo, e lei rispondeva sempre la stessa cosa
sempre convintissima, così tanto che quasi quasi ci credevo pure io: “amore mio, noi donne/mogli/mamme dobbiamo chiudere un occhio e pure l’altro! è difficile mandare giù rospi ma vedrai che alla fine vivi meglio

ecco! io non sono stata tanto capace a mettere in atto questa filosofia di vita, aimè non rientra nelle mie corde far finta di nulla, affronto le cose di petto e non sto con le mani in mano aspettando che le cose migliorino da sole
mi batto per sistemare e cambiare fintanto che ho forza, ma non mi adeguo a una situazione che mi fa male
……..così alla fine  mi sono separata

bhe, ormai da +o – 4 anni… pataMilla ne aveva 1 e mezzo
per un annetto abbiamo co-abitato sotto lo stesso tetto, ci trascinavamo un pò con la scusa del mutuo cointestato, un pò le spese, e poi milla era così piccola…ma poi ho detto basta

nonostante tutto io e Piterpan siamo rimasti “amici” e da separati più che mai ho iniziato a seguire (anche se solo in parte) gli insegnamenti di mia nonna
gli anni passano, la pupa cresce, io mi smazzo tutto, ma lui proprio non cambia! con lui l’unica è proprio chiudere un occhio

poi un giorno mi arriva una newsletter che invita le mamme a scrivere un post sulle mamme super eroi e dei loro super poteri
e io mi guardo indietro e penso:  da dove inizio?

  • forse potrei parlare di come si esce vivi da una separazione e come si superano i sensi di colpa
  • o com’è stato vivere sola con figlia dai 2 ai quasi 6 anni, con mutuo/bollette/banca/veterinario/debiti/spazzatura/otiti/lampadine da cambiare/notti in bianco/l’irrigazione che si rompe/l’erba da tagliare/il pediatra quando serve/il lavandino che si ottura/il muro che fa la muffa/la grondaia che si buca e i muratori che ci provano/riunioni all’asilo/il gatto che mi porta uccelli smembrati/tornare a casa con la pupa di 20kg che dorme e scaricarla dalla macchina/…e lavorare
  • o di come concicliare famiglia/lavoro (post)
  • o parlare della fortuna/frustrazione di aver trovato un nuovo compagno che viene accettato così così

sinceramente avevo pensato di scrivere quel post solo per propagandare il mio blog e aumentare la visibilità, ma in fondo in fondo  non mi sento affatto un eroina
ma solo una donna/mamma normale che fa un sacco di cose ed è continuamente travolta dagli eventi
…e sempre con un occhio chiuso!

ps:  magari a Genitori Channel gli mando questo contributo che rende meglio
che ne dite?





Commenti

3 commenti a “la saggezza della nonna

  1. Direi che questo post concentra tutti i sentimenti che hai provato a pieno, tutte le difficoltà senza commiserazione e tutte le vittorie senza arroganza………splendido.
    Comunque credo che la parola giusta non sia eroina ma donna forte (come quasi tutte le mamme) che vanno avanti ogni giorno per e con l’amore dei propri figli.
    Perchè diciamolo, anche se io sono felicemente sposata, quando la sera siamo stanche morte il sorriso dei nostri figli ci rallegra e ristora come una magia.
    Un abbraccio a tutte le mamme nella tua situazione.
    P.S. Per il nuovo compagno, so che non è facile. Ti parlo da figlia il cui padre ha deciso di risposarsi (perchè vedovo) quando io avevo 15 anni, ero in piena adolescenza e il sentimento che provavo era di una donna che mi portava via il papà.
    Per voi è diverso perchè il papà esiste, credo che devi solo aver pazienza e non forzarla, proporlo come un amico, spiegargli che non sostituirà mai il suo papà.
    Io, essendo già grande alla fine l’ho accettata perchè ho capito che era giusto che mio padre avesse una compagna e fosse felice (poi è finita comunque e ora mi dispiace x lui……)
    un bacione

  2. hai perfettamente ragione Elisa, i sorrisi di mia figlia sono stati a darmi la forza un sacco di volte
    e farmi dire che cmq nonostante tutto stavo facendo la cosa giusta 😉

    in merito al compagno, anche io figlia di separati e ho vissuto a pieno la gelosia per mia mamma
    quindi in un certo senso capisco il suo sentimento in questo momento (un anno e mezzo)
    …ecco, diciamo che conciliare tutto è un altra “prova di forza”
    🙂

  3. vedrai che l’amore che provate l’un l’altra vi aiuterà a superare tutto………un bacione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi