In vista delle ultime elezioni dovevo andare a votare, nel ns paese lo si fa alle scuole elementari quindi dico ai bimbi: ”Amori ora venite con la mamma, devo andare alla scuola di Manuel a votare, perché ci sono le elezioni”.

Gabriele “Ok mamma, a me compri le figurine????”.

Nicolò “oh ..LE LEZIONI a scuola di Manuel ohhh…”.

Manuel “Io non ci voglio andare a scuola di domenica!”.

Insomma li trascino tutti e tre ma c’era talmente tanta fila che non si poteva entrare e decido di tornare più tardi, intanto Gabriele pensava alle figurine, Nicolò osservava silenzioso e Manuel aveva lo sguardo impaurito….

Qualche ora dopo torniamo e ancora una fila allucinante e di nuovo torno indietro e decido di tornare alle otto di sera per un ultimo tentativo.

Ore 20.00 mamma Ny coi tre pargoli si presenta per la terza volta per ste benedette votazioni, fila sì ma accettabile Gabriele tutto felice nel suo mondo con le figurine, Manuel si attacca a un palo “Nooooo noooo non voglio non vogliooooo “ ed io “ Manuel stai calmo ora mamma fa la votazione e torniamo a casa stai buono”

E il saggio Nicolò: “Manuel certo che stà volta l’hai combinata grossa!!! Guarda cos’hai combinato! Ci sono pure i carabinieri ….e GUARDA LA MAMMA CHE FILA CHE STà FACENDO DA QUESTA MATTINA PER AVERE I TUOI VOTI!!! 🙂 MA CHE RAZZA DI PAGELLA HAI A STO GIRO?” 

Poi guarda me che ridevo sotto i baffi e mi fa: ”Certo che son tutti arrabbiati questi qui in fila, avranno tutti i voti brutti come Manuel!?”