ho sempre sognato l’entrata in Chiesa con l’Ave Maria di Schubert in sottofondo…
a settembre 2015 mi sposooooooo!!!
la proposta me l’ha fatta sabato a mezzanotte e 1 minuto, il 24 era il mio compleanno… vado a letto, Diego sta giocando nel lettone insieme alle nostre puzzone (Irene e Suri naturalmente), trovo il cuscino pieno di biglietti, “tanti auguri amore”, poi in un uno c’è scritto di guardare nel cassetto dei calzini.. mi alzo, Irene continua a cantare “tanti auguri taaanti”….. trovo una busta, con un bigliettino pieno di belle frasi e belle parole, che mi strappano qualche lacrimuccia…e in fondo al biglietto c’è scritto di guardare nel cassetto delle magliette da lavoro del mio amore… apro e trovo una borsetta di carta, quelle delle gioiellerie, Diego mi dice di tirare su il pacchettino senza leggere l’ennesimo bigliettino (attaccato ai lacci della borsina)..
levo fiocchetto, levo carta regalo, apro scatoletta di cartone.. e trovo una scatoletta per anelli.. il cuore comincia a battermi sempre di più, ormai sono senza parole, ma sento gli occhi umidi umidi… apro.. un bellissimo anello di oro bianco, al centro un rubino, e dalle parte 4 diamantini.. Diego mi dice di leggere il bigliettino, dove c’è scritta la proposta che da sempre sognavo.. si amore mio, ti sposo! voglio sposarti Diego.. ti amo con tutta me stessa, e quando dici che io ti ho donato una famiglia, io rispondo che noi ci siamo costruiti una famiglia, e continueremo a costruirla, giorno dopo giorno, sorriso dopo sorriso..
grazie di tutto

piccola postilla!!! Irene a settembre che????? ci porta gli anelli???? ma sei fuori?? quella a metà navata comincia a giocare a nascondino tra i banchi della Chiesa!! no no no… a meno che non le mettiamo una cordicina e la tiriamo a noi quando è il momento… 🙂