Ciao a tutte, scrivo qua sul sito e scusatemi se farò la “piattola” ma almeno qua posso sfogarmi, a casa non ci riesco perché mi sembra di pesare su tutti anche se tutti mi stanno vicini, Diego , i miei genitori e mio fratello. E la mia bimba, la mia Irene, che mi da una forza che solo lei riesce a darmi e nemmeno lo sa.

Dovrei passare il periodo più bello, il 26 settembre mi sposo e invece mi ritrovo ad aver cominciato lunedì chemioterapia, nel giro di qualche settimana farò 10 gg di radioterapia a Milano.

Non pensavo così presto, ma ho già cominciato a sentire meno i sapori a causa del cortisone, ho sempre una strana sensazione in bocca, e mi sento come ovattata… ne ho fatta solo una, nemmeno fortissima come le prossime, ma mi ha molto destablizzata. Faccio le mie solite cose, lavoro, oggi dovranno mettermi un port (catetere venoso sottocutaneo) per le prossime infusioni di chemio.. sul petto.. almeno lo scollo dell’abito da sposa è a barchetta e un po’ il pizzo dovrebbe nascondere.

Alterno momenti in cui mi dimentico quasi tutto a altri che l’unica cosa che riesco a fare è immobilizzarmi e piangere, poi so di certo che ci sono persone che stanno peggio di me, figurarsi.. ma è dura lo stesso. Essendo un tumore renale raro (tumore di Wilms) che di solito viene ai bambini sono seguita dal reparto oncologico pediatrico a Milano, e quando vedo questi cuccioli con la forza di leoni, e i loro genitori mi vergogno enormemente delle volte in cui mi prende lo sconforto.. ma è dura davvero..

Facciamo una lista delle cose che, stupidamente, mi dico per almeno sforzarmi di sorridere?

– odio andare dal parrucchiere di solito.. bene, per l’acconciatura da sposa basterà ritirare la mia parrucca già acconciata no? E poi per gli altri giorni, l’idea del foulard non mi spiace, con quell’aria da gitana… potrei piacermi;
– mi hanno indotto la menopausa per provare a preservare un po’ di fertilità, visto che l’ovaio di sinistro verrà preso con la radioterapia e la chemio danneggerà l’altro, ed era tropo tardi per fare un intervento per la crioconservazione (19 maggio operata da cisti dermoide 12 cm ovaio sx, 12 giugno operata da quello che sembrava un carcinoma renale maligno, levando tumore e rene si, ma confinato e non serviva fare altro, e poi una trafila di esami per scoprire che si chiama Wilms, e non è finita con la semplice nefrectomia radicale).. quindi per la durata delle cure addio assorbenti!
– Mi hanno detto che molte volte i capelli dopo la chemio ricrescono più forti e cambiano magari diventando mossi… io ho sempre voluto i capelli mossi!! Che sia la volta buona?

Scusate lo sfogo, vi abbraccio