Io, Mina.

Scritto da Autore non disponibile il 25 Settembre 2009

Uff….difficile prendere carta e penna (seppur virtuali) e cominciare a scrivere di sé..è come specchiarsi, e si sa che l’immagine riflessa è sempre un difficile confronto, e lo dico io che scrivo di mestiere, anche se lo faccio dell’intangibile e del sogno. Sono Mina, ho un figlio, un cane e mille idee..tutto ciò sono il mio unico  tesoro, l’anello più prezioso della mia catena. E che altro tirar fuori da “L’armadio del Me”? Ho quasi trentadue anni, e vivo tra le colline del Monferrato, là dove la vite si colora in autunno.

Come già ho detto il mio mestiere oggi è raccontare storie, perché, a volte, si ha la fortuna di trovare il modo di far diventare vita ciò che è passione, ma fino a due anni fa mi occupavo di bimbi e mamme facendo quello che con un sorriso ho sempre definito, il  vero “mestiere più antico del mondo”…l’ostetrica.

Ho visto e vissuto tante storie, alcune intense, altre buffe, scoprendo che le risorse delle donne sanno essere infinite anche nei momenti più difficili.

Ed io..oggi..che sono di nuovo in attesa cosa posso dire di questa gravidanza alla 23 settimana?..ora procede alla grande..ma..ma..non è sempre stato così…Ho fatto il test di gravidanza cinque giorni prima della data attesa per il ciclo..perchè, come si dice, “me lo sentivo”, quando è comparsa la riga rosa, non nascondo di aver pianto, e non era gioia, era paura, smarrimento ed in qualche modo dolore. Da lì il passo di ricorrere all’interruzione volontaria è stato breve, qualche ecografia mentre guardavo dall’altra parte, scegliendo di non confrontarmi con ciò a cui stavo rinunciando,poi visite ed esami in un’estate che mi pareva essere diventata immensa e pesante come una lastra di piombo, che piano, lentamente, sotto il suo peso andava schiacciando ogni parte di me. Il tempo mi sembrava infinito e brevissimo in una miscela unica.

La mattina prevista, per l’intervento sono arrivata, in silenzio, nella sala d’attesa dove altre sei donne, come me, stavano compiendo una scelta che scevra da ogni commento morale, rimane un  mattone duro e spesso da portarsi sull’anima, mi hanno chiamato, sono arrivata sulla soglia della stanza…e così..d’impulso, di getto, senza aver realmente formulato un pensiero che non fosse istinto, volere o innata coscienza, ho detto semplicemente:NO, Io torno a casa.

E così ho fatto.

E quel giorno, è cominciata l’estate che non è più stata piombo, ma calore e rumore, e gioia che sapeva di canto. Non sono finiti i problemi per cui la mia scelta si era fatta tanto dolorosa, ma so che affrontandoli con mia figlia ad incrementare il mio tesoro, vi sarà un motivo in più per possedere forza, per andare avanti comunque oltre un’estate che è cominciata tardi per me ma quest’anno non lascerà spazio ai freddi di nessun inverno..

 

 





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Vecchi racconti».

Commenti

10 commenti a “Io, Mina.

  1. Ti sarà stato difficile ma ti è venuto benissimo! 🙂
    Ciao Mina, bene arrivata!
    Spero che le altre mamme leggano distrattamente il tuo post perchè se si accorgono che sei una ostetrica…ti sommergeranno di domande! 😀
    Buon fine settimana!

  2. ciao Mina, ci siamo incrociate qualche altra volta sul forum…mi ricordo di te. Da ostetrica a scrittrice, wow! Sei passata da un lavoro bellissimo all’altro, che fortuna! Piacere di leggerti e di commentarti!
    Sono contenta per te che la nuova vita che porti in grembo ti abbia restituito quella forza che credevi di non avere per affrontare il tuo quotidiano.
    Che dirti… non vedo l’ora di leggerti ancora,
    un bacio e benvenuta!
    Marika

  3. Ciao Mina!Benvenuta!che dire?mi hai tenuto incollata al monitor del pc per tutta la lettura del tuo bellissimo pezzo!vedrai che riuscirai ad affrontare tutte le difficoltà che inevitabilmente ti si porranno innanzi,ma sei una donna forte e da quello che intuisco leggendoti,anche MERAVIGLIOSA!il Signore non ti abbandonerà e noi nemmeno!!un bacione e scrivi presto!

  4. Che meraviglia leggerti… credo che scegliere la vita sia sempre la cosa migliore… quando vedrai gli occhi della tua bimba immergersi nei tuoi occhi, capirai quanto giusta sia stata la tua scelta. Sono certa che non avrai mai più dubbi. E sono certa che la vita ti premierà e ti aiuterà a risolvere tutti i problemi che ti hanno portato a pensare di dover rinunciare ad una gioia tanto grande. I bambini portano fortuna…
    Un bacio e benvenuta

  5. ciao Mina benvenuta,
    immagino quanto sia stata difficile la tua scelta! Sei stata coraggiosa e in gamba.
    Augurissimi

  6. Ciao Mina, com’è emozionionante vedere che dopotutto e nonostante tutto l’impulso della vita sia una forza che va oltre ogni timore e dubbio. Un grande in bocca al lupo e un’occhiolino d’intesa alla la tua creaturina.
    Benvenuta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi