Cosa fare quando tra marito e moglie vien voglia di urlare e ci sono i bambini? Non si può fingere che tutto vada bene, i problemi è bene affrontarli, eppure i figli hanno bisogno di vedere che papà e mamma vanno d’accordo, altrimenti soffrono e si disorientano.

Un bambino è ancora privo delle difese logiche che acquisirà con l’età della ragione e dunque un conflitto tra i genitori lo schiaccerà come se gli stesse crollando il mondo addosso se la coppia non è talmente brava da sapersi gestire anche i disaccordi. Tenetelo sempre in mente ogni volta che alzate tra di voi la voce. Anche se sembra che il bambino non stia prestando attenzione.

Certo l’impresa non è impossibile perché, se i dissapori vengono sfogati laddove e quando il bambino non è in grado di assistere e se alla base del rapporto c’è il rispetto dei coniugi, le divergenze di veduta possono essere confrontate nel tentativo di trovare un accordo comune.

Cercate sempre di risolvere le divergenze con un aperto confronto: è normale che uno dei due partner o entrambi possano avere eccessi d’ira o di rabbia ma… solo con il dialogo si può ritornare ad una situazione di normalità.

Soprattutto quando ci sono dei figli di mezzo è meglio mettere l’orgoglio da parte. Non ha senso mantenere un atteggiamento di “muro contro muro”.