A piedi

Scritto da barbapapa il 17 Settembre 2012

bambini in stradaQuando sei a piedi, cammina tenendo per mano i bambini ed esponendo il tuo lato al traffico.

E’ brutto da dirsi ma se non tieni per mano i tuoi figli, in caso di incidente, potresti essere accusato di mancata custodia del minore.

Si cammina sul marciapiede e, se il marciapiede non c’è, si guarda in faccia il pericolo e si marcia sul lato sinistro della strada.

Ricorda che i bambini sono più bassi delle auto in sosta e che, per vedere, devono…”invadere” la strada: guidali quindi tu dall’alto…”dell’esperienza”.

Se dovete attraversare, usa le strisce pedonali; se queste non ci sono, ricorda che la precedenza ce l’hanno i veicoli.

Se è buio, attraversate nel posto piu’ illuminato che trovi, usando qualsiasi cosa che vi possa rendere visibili (torce, accendini, gilet rifrangenti).

Fai indossare ai  tuoi figli dei vestiti colorati così,oltre ad esser più belli, saranno anche più visibili 😉

Non attraversate mai passando di fronte a camion e autobus in sosta.

Soprattutto… non giochiamo mai sulla strada!

P.S.
Chi scrive è del ’75. Ai miei tempi non eravamo come i bambini nella foto del post che, probabilmente, appartengono alla generazione che mi ha preceduto. Tuttavia ero libero di andare a destra e sinistra. La vita da strada non era così pericolosa come quella di oggi e, inutile sottolinearlo, il traffico non era minimamente paragonabile.
Anche se le cose scritte nel post sembrano tutte ovvie… dagli una seconda lettura 😉

in collaborazione con Panzeri Claudio, Ass.te della Polizia Stradaleclaudio panzeri polizia di stato





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Sicurezza stradale» e tag «, ».

Commenti

2 commenti a “A piedi

  1. STINA SANDELS, psicologa svedese autrice del libro “Children in Traffic”, ha scritto: “i bambini si lasciano guidare dai loro impulsi in modo diverso dagli adulti e se vedono qualcosa di eccitante sull’altro lato della strada, dimenticano ogni cautela…[…] I bambini non sono abbastanza maturi per far fronte al traffico moderno, e l’educazione o l’insegnamento non possono cambiare questo dato, almeno non immediatamente. Chi è con loro non può aspettarsi e tantomeno pretendere che si autogestiscano per strada prima dei 10-12 anni.
    Un bambino un giorno si comporta da perfetto pedone, ma può esserne totalmente incapace il giorno dopo”.
    Tutto ciò significa che IN ATTESA CHE I BAMBINI DIVENTINO GRANDI e che dai nostri insegnamenti nascano i frutti, NOI DOBBIAMO ESSERE PRUDENTI!
    DOBBIAMO PRIMA DI TUTTO NOI MODIFICARE IL NOSTRO COMPORTAMENTO NEI LORO CONFRONTI e OFFRIR LORO UN BUON ESEMPIO.

  2. Ciao, grazie per avere aggiunto questa nota che mi fa ulteriormente riflettere. Nostra figlia non si è mai rivelata imprudente, anzi. E’ facile quindi sottovalutare ancora di più i pericoli. Proprio ieri, al supermercato, si nascondeva girando intorno alla macchina. Quando l’ho presa l’ho sgridata dicendole di starmi vicino perchè poteva magari andare sotto una macchina di passaggio (vicino alla macchina parcheggiata ne transitavano altre). Lei mi ha risposto: “ma papà, sto attenta!”.
    Però ha 4 anni e mezzo. Tu ha indicato come età ideale 10-12 anni. Buono a sapersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi