Bravi Bimbi > In Famiglia > Sicurezza stradale > I bambini in scooter

I bambini in scooter

Scritto da barbapapa il 03 Ottobre 2012

papà e figlio in motorinoDomanda: Posso portare mio figlio sullo scooter anteriormente? Se me lo tengo davanti invece che dietro, non è più sicuro? A me sembra che a lui piaccia di più. Se andiamo piano posso fargli indossare il caschetto della bicicletta?

In entrambi i casi la risposta è no.

I passeggeri dei ciclomotori o motoveicoli prendono posto dietro e ogni casco è costruito per il suo specifico uso. Per i bambini occorre quindi un casco da moto omologato della loro taglia.

P.S.
Guarda l’immagine qui sotto e vediamo se cogli al volo cosa c’è di sbagliato. Ti do 30 secondi.
Fatto?
Guardato bene?
Allora:

  • i ciclomotori e i motoveicoli possono portare solo un passeggero (nella foto sono in 3…)
  • nessuno indossa il casco
  • mancano gli specchietti

Magari la foto ti farà sorridere ma purtroppo è proprio da situazioni come queste che nascono le tragedie. Non cadere mai in tentazione, magari per fare prima, di trovarti in una situazione simile.

in scooter in tre

 

in collaborazione con Panzeri Claudio, Ass.te della Polizia Stradaleclaudio panzeri polizia di stato





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «Sicurezza stradale» e tag «, , , , , ».

Commenti

14 commenti a “I bambini in scooter

  1. caterina, non si possono portare in scooter. gli scooter sono fatti per una persona sola. forse non è chiaro l’articolo 🙂

  2. come una persona sola?!
    scusa ci sono quelli omologati per due. quelli dove si va in due!

    mi chiedevo su quelli, da quale età il secondo passeggero puo’ essere un bambino… (forse non si chiamano “scooter” ma come li chiamate?!)

  3. Ci tengo a sottolineare che le regole sono regole ed il buon senso è un integrazione indispensabile.
    I motoveicololi (scooter, booster, moto, supermoto…chiamateli come volete) hanno un “libretto” simile a quello delle automobili.
    Se voi guardate bene…in mezzo a sigle, numeri e quant’altro, troverete se il vostro veicolo sia o meno omologato per il trasporto di un’altro passeggero: dovete guardare in corrispondenza della sigla S1(numero posti a sedere).
    Stabilito se possiate o no trasportare qualcun altro ( aggingo “bambini compresi” perchè qualche tempo fa, fermato un signore che trasportava due bambini a bordo della vespa, uno dei quali di due anni e mezzo(!), mi son sentito dire che lui pensava che il numero di passeggeri si riferisse agli adulti e che i bambini fossero esclusi dal conto), occorre un’altra precisazione:
    l’incidentalità riferita ai motoveicoli è in vertiginosa ascesa, per vari motivi che non sto qui ad analizzare, ma sui quali troverete facilmente fiumi di parole in rete.
    Il traffico, la fretta, la cultura italiana improntata principalmente sulla circolazione automobilistica, fanno rientrare i motociclisti nella fascia di utenti “deboli” della strada.
    Trasportare un bambino su un motoveicolo, implica accettare consapevolmente di esporlo ad un rischio elevatissimo (…qui interviene il buon senso, anche nela modo di guidare…).
    Ma se proprio la necessità ne impone l’utilizzo:
    – occorre che il bambino abbia COMPIUTO 5 ANNI perchè possa essere trasportato (…non sottuvalutate le conseguenze assicurative a non rispettare ques’obbligo….)
    – occorre che INDOSSI CASCO OMOLOGATO.

    ( IL CASCO NON DEVE ESSERE QUELLO DELLA BICICLETTA, NE TANTOMENO QUELLO CHE USA PER SCIARE O PER ANDARE A CAVALLO (…buonsenso…); NON DEVE NEPPURE ESSERE QUELLO DEL FRATELLO PIU’ GRANDE O DELLO ZIO, CON SOTTO UN CAPPELLINO O NON VI IMMAGINATE COS’ALTRO HO VISTO(….), DEVE ESSERE IL SUO, DELLA MISURA GIUSTA, SEGUENDO LA REGOLA: “PIU’ STRETTO ( non piccolo) E’ MEGLIO”.

    – per completezza vi segnalo che esiste anche un seggiolino per moto che, sebbene sia previsto dalla normativa, non è ancora obbligatorio (..da motociclista aggiungo, grazie a Dio…buonsenso…).

  4. grazie, considerazioni molto interessanti.
    spero aiutino a far cambiare idea al padre, che non aspetta altro che portarla sulle 2 ruote…

  5. QUESTA ESTATE HO VISTO UN BIMBO DI POCHI MESI PORTATO IN MOTO DAL PAPA’. LA MANO DESTRA ERA SUL MANUBRIO E LA SINISTRA MANTENEVA IL PICCOLO. COME DOVREBBE ESSERE DEFINITO UN ESSERE DEL GENERE, IL PAPA’ CON IL CASCO E IL BIMBO SUL BRACCIO.
    CORSO V. EMANUELE QUASI INIZIO VIA CUPARELLA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi