Bravi Bimbi > In Famiglia > Sicurezza stradale > Seggiolini salvabebè: è legge, obbligatori dal 1 luglio 2019

Seggiolini salvabebè: è legge, obbligatori dal 1 luglio 2019

Scritto da barbapapa il 28 Settembre 2018

Finalmente un disegno di legge che ci piace: dal 1 luglio del 2019 sarà obbligatorio per tutte le automobili il dispositivo anti-abbandono per i seggiolini dei bambini.

Purtroppo è successo che alcuni genitori si dimenticassero i figli in auto mentre andavano al lavoro, a fare la spesa o anche semplicemente rimettendo la macchina in box. E purtroppo per alcuni di loro questa dimenticanza si è trasformata in tragedia.

Come è possibile dimenticarsi il figlio in macchina!” – diranno alcuni.

Gli esperti parlano di a”amnesia dissociativa“, ovvero un disturbo correlato a stress o a situazioni di particolare tensione e stanchezza fisica e mentale. Si manifesta provocando un vuoto di memoria e può colpire chiunque. Negli ultimi 10 anni in Italia ha causato la morte di 8 bambini.

Il 25 settembre al Senato è stato approvato all’unanimità il ddl Meloni che ora diventa legge: l’obiettivo è quello di azzerare le morti di questo tipo.

Con la modifica dell’articolo 172 del codice della strada, a partire quindi dal 1 luglio 2019 le vetture con a bordo bambini di età inferiore ai 4 anni dovranno essere equipaggiate con un dispositivo elettronico che ne segnali la presenza per evitarne un fortuito abbandono.

Come è giusto che sia fioccheranno anche le multe:

chi trasporterà un bambino inferiore ai 4 anni senza essersi dotato di un dispositivo anti abbandono, incorrerà in una multa da 81€ a 326€ e, in caso di due violazioni in due anni, anche la sospensione della patente (minimo 15gg, max 2 mesi).

La vita dei nostri figli è troppo importante e questa legge è davvero giusta, obbligherà i neogenitori a spendere probabilmente qualcosa in più rispetto al passato ma la prevenzione deve venire prima di qualsiasi altro ragionamento.

Ma come è fatto un seggiolino anti abbandono per bambini?

Il seggiolino di per sè rimane quello di sempre e deve rispettare le norme di omologazione ma ha dei sensori di sicurezza elettronici integrati che permettono di rilevare la presenza e i movimenti del bambino sul seggiolino e di inviare notifiche ai genitori attraverso app scaricabili sullo smartphone via Bluetooth.
Se il genitore scende dall’auto e si allontana, scatta l’allarme sullo smartphone.

Oggi sul mercato Chicco è già presente con un modello “BebèCare” con offre già il dispositivo di sicurezza anti abbandono ma sicuramente nei prossimi mesi arriveranno anche altri modelli sul mercato. Al momento il costo per seggiolini anti abbandono varia tra le 150€ e le 250€.

Posso “modificare” il mio seggiolino per renderlo a norma?

Assolutamente. E lo puoi fare da subito. Non c’è bisogno infatti di comprare un nuovo seggiolino per essere a posto con la nuova legge anti abbandono. Sul mercato ci sono e, come detto sopra, ne arriveranno sicuramente di nuovi, alcuni sistemi di sicurezza alternativi come Tippy che permettono di “integrare” l’attuale seggiolino con una spesa inferiore ai 100€ ed essere a norma di legge (nota: stiamo parlando della sicurezza di tuo figlio, prima ancora di pensare ai soldi e alla legge, pensa a lui).

 

Oltre all’approvazione della legge si è parlato anche di aiuti economici alle famiglie più bisognose per metterle in condizione di dotarsi di questi dispositivi anti abbandono. Staremo a vedere. Per ora un plauso al Governo italiano per questa scelta che protegge il futuro dei nostri bambini.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi