Bravi Bimbi > In Famiglia > Una guida per tutti i papà: riaccendere l’amore

Una guida per tutti i papà: riaccendere l’amore

Scritto da barbamamma il 20 aprile 2011

innamoratiRicordi le scuole superiori, quando il sesso era qualcosa di lontano, misterioso e in gran parte teorico? Essere neogenitore è un po’ come tornare vittima dell’adolescenza: sei guidato dagli ormoni e, in questo caso, soprattutto da quelli della tua compagna. A causa della mancanza di sonno, della fatica, dell’allattamento al seno, della depressione post parto o di tutte queste messe insieme, la sua libido (e, probabilmente, anche la tua) ha migrato per altri lidi e devi trovare il modo di farla tornare. E sì, questo significa che tu e la tua compagna dovrete ricominciare ad uscire insieme.

L’unica differenza è che questa volta sarà molto più difficile; anche se non dovrai preoccuparti di chiedere in prestito la macchina a qualcuno, avrai molte meno energie e privacy di quante non ne avessi al vostro primo appuntamento. Ora siete almeno in tre a casa, e non è la migliore delle condizioni per ritrovare un po’ di romanticismo.

Per la maggior parte degli uomini, il romanticismo porta inesorabilmente al sesso. E quello che la maggior parte dei neo papà vuole sapere è…

Quando possiamo ricominciare ad avere rapporti sessuali?

E la risposta è.. (rullo di tamburi)… chiedi a tua moglie. Un neo papà dice di aver “soddisfatto le sue necessità” una settimana dopo l’arrivo del piccolo, ma normalmente il sesso non è tra le priorità dei neogenitori. Anche se la media di solito parte da un minimo di sei settimane dopo la nascita (con il benestare del tuo medico di fiducia), la decisione spetta alla tua compagna. Come direbbe un papà: “Mia moglie è come un casellante. Se alza la sbarra, posso andare oltre, se non lo fa, sto al mio posto.” Sta a te capire qual è il pedaggio e come pagarlo.

Sono passate più di sei settimane e non sembra esattamente intenzionata a strapparmi i vestiti di dosso. Che cosa succede?

Succede che la sua attenzione è tutta rivolta al piccolo ometto di casa, che è ora al centro del suo universo. Questo significa, ovviamente, meno attenzioni per te.

Avere un bambino significa cadere in seconda posizione sulla lista delle priorità della tua compagna. Sii comprensivo, tua moglie si sta prosciugando per il vostro nuovo bambino, sia fisicamente che emotivamente. Il tuo compito è esserle di sostegno.

La cosa migliore che puoi fare è aiutarla col bambino. Non sdraiarti sul divano col tuo giornale quando torni a casa la sera, a prescindere da quanto sei stanco: vederti coinvolto da tuo figlio è un grosso incentivo per la tua compagna.

Ho tentato tutte le mie vecchie mosse ma nulla sembra funzionare. Cosa dovrei fare?

Sviluppane qualcuna nuova. Il tuo vecchio approccio silenzioso delle due del mattino potrebbe ricevere una gomitata nello sterno in risposta.

Devi assolutamente regalare un po’ di sano romanticismo a tua moglie, non affidarti solo a una cena o un buon film. Devi continuare a tentare cose nuove, esplorare il mondo intorno a te.

Questo non significa che non puoi essere spontaneo! Due mesi dopo la nascita di suo figlio, un padre lo ha lasciato con i cognati per portare fuori sua moglie a cena nel suo ristorante preferito, seguito da un giro nei pressi di un hotel di lusso. A quel punto l’ha attirata in una sala da ballo deserta, sopra un grande pianoforte, interrotti poi a “metà concerto” da un cameriere. La magia si era dissolta, ma sicuramente ha ricevuto un buon punteggio per l’originalità.

Sono stanco e irritabile. Mia moglie dice che si sente persino meno seducente e femminile.

Beh, non è facile sentirsi femminile e seducente quando odori di vomito di neonato e dormi meno di uno zombie. La prima regola è l’esercizio: ritagliati 20 minuti al giorno, anche solo per una vivace camminata con il tuo bambino in passeggino. E’ incredibile quanto ci si possa sentire sexy dopo una bella carica di endorfine.

Quando arriva il momento, abbassa le luci e accendi qualche candela. Ricordi cosa abbiamo detto prima riguardo al lontano e misterioso?

Il seno di mia moglie schizza latte anche solo se la guardo. Ha smorzato la nostra vita amorosa.

E’ così, il seno di una madre tende a schizzare nel momento cruciale. Ma non preoccuparti, ci sono alcune facili soluzioni al problema.

Potrebbe tenere il reggiseno allacciato. Ovviamente la maggior parte della biancheria da allattamento sembra progettata dal team della NASA (non esattamente erotica), per cui metti il bimbo in un passeggino e andate insieme in cerca di biancheria seducente.

Programmate una “sessione” dopo la poppata del monello. Il barilotto è stato svuotato e il tuo piccolo è più portato ad appisolarsi, lasciandovi il tempo di riavvicinarvi. Ovviamente, anche la tua compagna potrebbe volersi riposare, per cui preparati ad accettare un rifiuto.

Potresti anche semplicemente accettare l’idea. Per molti uomini, il latte materno può essere un incentivo erotico. Hanno sempre fantasticato sul sapore che può avere, e ovviamente non ricordano l’ultima volta che l’hanno assaggiato. Tieni conto, comunque, che va bene assaggiare ma non andare oltre un certo limite. I batteri possono introdursi all’interno della ghiandola mammaria e creare problemi.

Non appena proviamo a pensare al sesso, il bambino comincia a gridare. Come possiamo gestire le interruzioni del piccolo?

Prima di tutto, sforzati di trovare una buona babysitter. Se non riesci a trovarla, chiedi aiuto a tua madre, alla suocera o ad un amico fidato per qualche momento di riposo.

Allontanarsi dal vostro piccolo e trovare del tempo per voi soltanto è fondamentale per mantenere vivo l’amore. Cercate, almeno una volta all’anno, una notte tutta per voi lontano da casa, in un hotel, in campeggio, o dove più vi piace.

I sì e i no per i neo papà

SI

  • organizzare fughe romantiche
  • sentirsi vicino alla sua situazione
  • offrirsi di stare col bambino per concederle del tempo per sé stessa
  • comprarle regali, non solo per il suo compleanno
  • dirle che è bellissima, perché lo è!
  • parlarle dei tuoi sentimenti (coraggio, non ti ucciderà!)

NO

  • pregare o lamentarsi
  • lamentarsi di quello che manca
  • sminuire tutto il suo lavoro
  • paragonare il suo corpo a qualsiasi cosa più grossa di un orecchino di perla
  • aspettarsi che il suo corpo miracolosamente torni quello di prima
  • aspettarsi di fare l’amore ad ogni occasione




Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «In Famiglia» e tag «, , ».

Commenti

3 commenti a “Una guida per tutti i papà: riaccendere l’amore

  1. ….grazie tante per questo articolo, lo trovo molto interessante!
    sono alla mia 36+4 e il momento si sta avvicinando, farei di tutto di prendere cura della mia figlia che arriverà tra un pò ma sicuramente senza allontanarmi di mio marito che adoro!! grazie ancora

  2. con la seconda figlia abbiamo scoperto sti pblemi per la prima volta:; iris che dorme svegliandosi di continuo, il sonno condiviso, tanta stanchezza, 10000 cose da fare, un po’ di umore nero, un altra bimba di 4 anni che nn vuole + dormire da sola dopo l’arrivo della sorella, l’allattamento che ha impressionato negativamente miomarito mentre il parto in se nn gli ha dato minimamente fastidio, e che fatto ha richesta per me è diventato una schiavitù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2018 Bravi Bimbi