Ebbene sì, per fare una bella foto la luce è fondamentale. Wikipedia, somma entità sul web cita: Fotografia:Il termine deriva dal francese photographie, proveniente dall’inglese photography, composizione di foto- (dal greco φῶς-φωτός, luce) e -grafia (dal greco γραϕία, disegno).

Se ci fai caso, navigando sul web, imbattendoti nei vari forum di fotografia, gli iscritti si congedano con: “buona luce”. A  me sembra un saluto di una “Setta”, Hare Krishna Hare Hare, ma piace così. Ma a noi, che ce frega? Nulla, era solo per sottolineare che la luce in fotografia è talmente importante, che c’è gente che si saluta augurandosi ti trovarsela buona.

Per me porta una sfiga pazzesca e non potendomi “toccare”, faccio gli scongiuri e torniamo a noi.

Nelle foto ai bambini, più la luce è naturale, meglio è. Non voglio scoraggiarti ma inizia a utilizzare quello che Dio ci ha donato (Hare Krishna Hare Hare).

Ricorda donna, se sei in casa, cerca le stanze esposte a nord che hanno durante tutta la giornata una luce abbastanza costante grazie al fatto che la parte nord non è mai illuminata direttamente dal sole.

Attenzione al colore delle pareti. Se scatti in una stanza con le pareti viola, la luce riflessa sul soggetto sarà viola. Meglio pareti chiare, con colori neutri.

Eccoti dei piccoli trucchi:

Trucco namber uone:  se non hai stanze con muri chiari per ridurre la luce riflessa,chiama qualcuno ad aiutarti e metti di fianco al viso del bambino un foglio bianco spesso, un vassoio bianco, un lenzuolo spesso bianco. Non hai un assistente?  Trovalo! 🙂

Trucco namber tu: Foto al parco. Sole a picco. ( In estate, ovvio, perchè se non abiti in Sicilia, a Novembre il sole te lo scordi) Scatta le foto sotto una pianta, all’ombra. Eviterai di avere i soggetti con quelle tremende ombre sotto gli occhi, che io chiamo foto dei Panda. Amiamo i Panda, ma lasciamo gli occhi cerchiati di nero solo alle donne che vanno a letto truccate.

Riassunto per foto in esterni: sole a picco -> foto all’ombra. Cielo nuvoloso -> ok foto dove ti pare. Luce debole del mattino e del tardo pomeriggio– > ok foto dove ti pare.

Va bene, sei alle Maldive. I tuoi bambini hanno costruito il Castello di Neuschwanstein sulla sabbia, hanno il sole sopra la testa. Ombre sotto gli occhi, ma DEVI immortalare il momento. Che fai? Usa il flash. Sì, usa quel cavolo di flash che hanno messo in dotazione anche alla tua compatta! Toglierà le ombre. Davvero, fallo o ti tolgo il saluto.

Certo, ti devi avvicinare, se stai a 10 metri il flash non riuscirà a illuminare il viso! ( dipende dalle macchine fotografiche, considera che la distanza massima dal soggetto è di circa 1, 5 massimo 2 metri).

Quando capirai di cosa sto parlando, provandolo sulla tua pelle, guarderai quei poveretti al mare, alle 12, che fanno le foto ai figli e li snobberai, pensando ai Panda. Appunto.

Aspetta, lo so a cosa stai pensando, “vivo a Castelvetro Piacentino, c’è la nebbia, fa freddo, che foto faccio in esterna?”. Rifletti. Puoi fare delle foto meravigliose, fra le foglie gialle, rosse, ambrate.  La nebbia è affascinate, da quell’aria crepuscolare alle foto. Ci stanno. Quando arriverà l’inverno, saranno bellissime le foto in mezzo alla neve. Se po’ fà.

Per ora il clima è ancora clemente, organizza una passeggiata e porta con te la macchina fotografica. 🙂

Sperimenta, sperimenta, sperimenta.

Ecco degli esempi visivi.

Questo è quello di cui parlavo più sopra. Foto errata, il cuscinone rosso, e il maglione rosso, riflette la luce naturale e il viso diventa rossastro. Certo si può recuperare ma tu NON hai Photoshop. Assistenteeee! il pannello bianco! (da mettere a circa un metro  dal soggetto, in questo caso immaginatelo, guardando la foto, sulla destra della faccia – ovviamente non si deve vedere nella foto…)

rosso

Foto in esterna. Come vedi dietro c’era la nebbia. Ma si può fare 🙂

lelaportaricky

Foto in interno, davanti a una parete trasparente illuminata da luce artificiale, più flash frontale.

lelaportapancia

Foto in esterni. Ore 16.30. Sole alle spalle. Ho fatto entrare parecchia luce nell’obiettivo, per dare questo effetto di luce che abbraccia le bambine.

lelaportagigie

Foto interna. Luce naturale proveniente da una portafinestra. Convertita poi in Photoshop.Manuela 7 giorni.

lelaportamanu

Ora tocca a te!

Se ti va mandami le tue foto, trovi i miei riferimenti su www.lelaporta.com, così potrò darti dei consigli direttamente qui.