soprattutto per quanto riguarda i bambini. Nonostante girassimo prevalentemente per i quartieri più centrali, abbiamo avuto la possibilità e a fortuna di imbatterci in almeno 4 parchetti diversi dove poter far giocare Franci insieme ai bambini del posto.

Il termine “parchetto” è decisamente riduttivo visto che quelli piccoli, come ad esempio sotto la chiesa di Notre-dame, erano praticamente incantevoli e gli altri, su tutti il parco dentro i giardini di Luxemburg, erano giganteschi e soprattutto pieni di attrattive tutte curate benissimo. Quest’ultimo parco sarà stato di circa 1000mq, completamente recintato vantava delle giostre che ad avercele avute quand’ero bambino io sarei impazzito dalla felicità… ogni angolo del parco era dedicato a bambini di differenti eta’ con i giochi piu’ indicati per ogni fascia…

Insomma tra un giro e l’altro per la città avevamo il tempo per far divertire Francesco e fare in modo che fosse una vacanza piacevole anche per lui…e mi chiedo: ma quando anche nelle nostre città avremo questo genere di servizi e non i soliti giardinetti abbandonati all’incuria e ai cani randagi…??

mah…