I due genitori lavoratori, anche adottivi o affidatari, di un bambino con handicap hanno diritto ad ulteriori permessi oltre al normale congedo di paternità/maternità, il congedo parentale e l’aspettativa per malattia.

I permessi sono:

– prolungamento del congedo parentale fino a tre anni di vita del bambino o in alternativa a un permesso giornaliero retribuito di 2 ore, a condizione che il bambino non sia ricoverato a tempo pieno presso istituti specializzati.

– dopo il terzo anno di vita del bambino, i genitori, in alternativa, hanno diritto di usufruire di un permesso retribuito di 3 giorni al mese. I permessi non utilizzati in un mese non possono essere cumulati con quelli spettanti il mese successivo.

Per assistere un figlio con handicap grave, i genitori hanno diritto a un congedo straordinario retribuito fino a 2 anni nell’arco della vita lavorativa (anche frazionato).