In gravidanza si parla spesso di secrezioni vaginali e viene menzionato  anche il muco cervicale.
A dire il vero entra in scena anche prima della gravidanza.

Che cos’è il muco cervicale

Il muco cervicale è una secrezione delle ghiandole del collo dell’utero, in forma di gel costituito da sali inorganici, acqua e mucina, indotta dagli estrogeni. E’ destinato a favorire il transito degli spermatozoi verso la cavità uterina.

L’esame del muco cervicale consente di stabilire le modificazioni indotte nella sua secrezione dai vari momenti del ciclo mestruale: la secrezione è scarsa (fase asciutta) nei giorni immediatamente precedenti e successivi alla mestruazione, mentre è abbondante (fase bagnata) durante il periodo ovulatorio. Le variazioni quantitative del muco cervicale sono alla base del metodo Billing.

 

Il metodo Billings
Metodo di valutazione della fecondità della donna, basato sul rilievo della qualità del muco normalmente presente a livello del collo uterino: è più filante, meno denso e più trasparente nei giorni fecondi. Non dà tuttavia un’affidabilità assoluta.