In gravidanza è del tutto normale che, a causa dell’aumento degli estrogeni, il corpo trattenga più liquidi, in media dai due ai tre litri di liquido in più secondo anche la tua costituzione e predisposizione fisica. Potresti notare questa sensazione di gonfiore in alcune parti del corpo più soggette per natura come gambe e mani oppure generalizzata in tutto il corpo, che assume una forma più “morbida”.

La ritenzione idrica in dolce attesa però non è solo un disagio ma serve per rendere più elastici e morbidi i tessuti, anche se può causare qualche piccolo inconveniente, piuttosto comune per le donne incinte, come quello di avere mani, piedi e articolazioni gonfie, soprattutto nell’ultimo periodo di gravidanza. Se specialmente durante l’ultimo periodo di gestazione fai fatica ad infilarti ai piedi le scarpe o non riesci proprio ad allacciare le stringhe e portare scarpe chiuse, sappi che è del tutto normale!

Proprio a causa della maggiore ritenzione di liquidi potrebbe anche capitare di svegliarti durante la notte con le dita “addormentate”  ma non c’è da preoccuparsi. Il liquido supplementare può premere sui nervi di mani e braccia attraversando il tunnel carpale e costringendoli, dando quella sensazione di formicolio, soprattutto se si è mantenuto il corpo nella stessa posizione per un periodo di tempo prolungato. E’ un fenomeno del tutto temporaneo che passa da solo in breve tempo, prova a cambiare posizione o a toccare superfici fredde per ridurre la pressione sulle estremità del corpo e in pochi minuti il formicolio andrà via.