Bravi Bimbi > In Gravidanza > Embrione più piccolo di una settimana

Embrione più piccolo di una settimana

Scritto da Ospite Speciale il 02 Maggio 2017

embrione in gravidanza

Ho fatto la prima visita a sette settimane.
Dall’ecografia risulta che l’embrione è più piccolo di una settimana.

– quanti mm deve essere un embrione a sette settimane?
– cosa comporta il fatto che sia più piccolo?
– qual’è la causa, quali sono gli effetti e le conseguenze?

Alla settima settimana di amenorrea la camera gestazionale (che comprende, oltre all’embrione, anche i suoi annessi) ha forma sferoidale ed un diametro di poco meno di 5 cm.

Eventuali variazioni di questa misura non devono destare alcuna preoccupazione e, piuttosto servono a chiarire la giusta datazione della gravidanza.

Infatti, in questa fase così precoce non sono possibili ritardi dell’accrescimento dell’embrione, come nei mesi più avanzati: dunque la settimana di differenza di cui lei parla è dovuta unicamente ad un ritardo del concepimento, ossia del vero inizio della gravidanza.

Probabilmente lei ha avuto sinora dei cicli mestruali un po’ più lunghi del normale o comunque irregolari, cosicché l’ovulazione si è verificata una settimana dopo la data presunta ed anche la gravidanza è iniziata in ritardo.

Tutto questo non comporta alcuna conseguenza per il suo piccolo. Naturalmente d’ora in poi ogni misurazione ecografica dovrà fare riferimento a questo dato e, se tutto procederà nel verso giusto, confermare fino alla fine la settimana di ritardo.

Dr. Corrado Morana, medico





Info

Articolo (qui trovi il permalink) con categoria «In Gravidanza» e tag «, ».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2007-2019 Bravi Bimbi