Perchè il primo trimestre di gravidanza è a rischio?

Abbiamo sempre sentito dire di aspettare almeno i due mesi di gravidanza, per gridarlo al mondo intero. Per incominciare a comperare il corredino per il neonato.
Che ci si creda o no, in ogni modo si è influenzati da queste dicerie. Scaramanzia?
Certo. Personalmente a parte i famigliari, il resto lo ha saputo dopo il secondo mese.

Ma ora, mi preme parlare del perchè il primo trimestre di gravidanza è a rischio.

Il primo trimestre di gravidanza è particolarmente a rischio, perchè vi sono nel nostro corpo dei cambiamenti .
Sono dei cambiamenti che daranno vita al nostro bambino.
Sono dati dall’annidamento dell’uovo fecondato nella parte interna dell’utero e dalla formazione degli organi del feto, dal punto di vista strutturale (organogenesi).

Nel primo trimestre di gravidanza, si ha maggior rischio di aborti spontanei , per cui è buona norma avere un comportamento preventivo.
Dopo il primo trimestre di gravidanza, le complicazioni e i rischi si abbassano , questo perchè il feto è ormai formato e può affrontare meglio i vari problemi che si possono verificare nel corso della gravidanza.

COME SI FORMA IL FETO NEL PRIMO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA

Nel primo mese:

Le cellule dell’embrione si dividono in tre strati che daranno vita al corpo del bambino.
Lo strato interno, darà vita agli organi interni( polmoni, fegato, tiroide, pancreas ecc.)
Lo strato medio, darà vita allo scheletro, al cuore, (che batte già alla terza settimana), ai muscoli,ai reni,alla milza vasi sanguigni e lo strato più profondo della cute: il derma.
Lo strato esterno, darà vita alla pelle, alle ghiandole,alle unghie,capelli, colore degli occhi.

Dopodichè, inizieranno a svilupparsi cervello e midollo spinale, si delineano la forma del volto e si formano le gambe, le braccia. Si formano anche le dita di piedi e mani.
Alla fine del terzo mese il feto è formato.
Successivamente il bambino crescerà.

Le precauzioni che tutti i medici consigliano generalmente sono:

– ridurre fumo, alcool e droghe naturalmente;
– non eseguire esami medici invasivi e radiografie;
– non contrarre in gravidanza la rosolia e la toxoplasmosi.

Queste sono le più importanti motivazioni per il quale il primo trimestre è più rischioso.