In genere durante le visite con la palpazione addominale si controlla la quantità di liquido amniotico.

Esiste una certa correlazione fra la quantità di liquido amniotico e la condizione del bambino: se il bambino cresce troppo lentamente a causa di una riduzione dell’afflusso di sangue alla placenta, allora anche il liquido amniotico si riduce.

In caso di stress o di mancanza di liquido, infatti, il bambino produce un ormone antidiuretico che lo fa urinare molto meno, e dato che buona parte del liquido amniotico è formato da urina del bambino, nei periodi di maggior stress o quando l’apporto di sostanze nutritive o di liquidi è limitato, anche il liquido amniotico diminuisce.